Attraverso la storia del suo orologio più noto e rappresentativo, A. Lange & Söhne celebra i primi 25 anni della sua rinascita moderna, straordinaria non solo per i suoi legami con i grandi cambiamenti della storia europea sul finire del ventesimo secolo ma anche per i contenuti innovativi e di qualità con i quali ha dato un grande contributo alla fondazione dell’orologeria del ventunesimo secolo.

Compie 25 anni il Lange 1, l’orologio più emblematico della collezione recente di A. Lange & Söhne nonché simbolo di una rinascita assolutamente straordinaria non solo di una Maison ma dell’intera tradizione orologiera sassone, che subito dopo la caduta del muro di Berlino e la riunificazione della Germania ritrovava la forza per riportare alla luce una precisa identità culturale e competenze tecniche non del tutto dimenticate. E’ la storia, ormai nota, del fermento creativo nato a Glashütte all’inizio degli anni ‘90 grazie ai pochi appassionati di orologeria che per motivi diversi non avevano cancellato il ricordo della lunga tradizione nata e sviluppata nella regione sassone durante il 19° secolo, tradizione dalla quale erano nati autentici capolavori di arte meccanica. Tra questi appassionati Walter Lange, che il 7 dicembre 1990 fondò la Lange Uhren GmbH e registrò il marchio A. Lange & Söhne con l’obiettivo di far rinascere l’antica attività di famiglia fondata da Ferdinand Adolph Lange nel 1815. A circa 4 anni di distanza, il 24 ottobre 1994, insieme al suo socio Günter Blümlein, Walter Lange presentò i primi quattro orologi della nuova era presso il Castello di Dresda. C’era anche il Lange 1, immediatamente apprezzato per le sue caratteristiche sia tecniche che estetiche, tra le quali la disposizione decentrata del quadrante, la grande data e il doppio bariletto. Tra il modello d’esordio e quello che ne celebra il 25° anniversario, come vedremo, le differenze non sono particolarmente evidenti, almeno sotto il profilo estetico. Ma 25 anni non sono pochi e di strada da allora ne è stata fatta molta. Oggi A. Lange & Söhne è un nome di spicco nel segmento dell’orologeria haute de gamme, riconosciuto a livello internazionale come una delle firme più autorevoli del settore. Grazie alla sua reputazione, i confronti iniziali tra orologeria svizzera e tedesca oggi non hanno realmente ragione d’essere; al contrario, la tradizione sassone ha potuto affermare sé stessa e le sue peculiarità come valori aggiunti di un’orologeria di qualità, che non riconosce altri limiti oltre quelli legati ai concetti-chiave della precisione, dell’affidabilità, dell’esclusività della sua produzione. Da questo punto di vista, il Lange 1 «25th Anniversary» è il punto di arrivo di una bellissima storia di rinascita e di crescita, nella quale ogni autentico appassionato di orologeria può riconoscersi. L’orologio è stato presentato a gennaio, in occasione del Salone di Ginevra, in una serie limitata di 250 esemplari. Per l’edizione «25th Anniversary» è stata scelta una cassa in oro bianco abbinata a un quadrante argenté con lancette in acciaio brunito e stampa in blu delle diverse indicazioni: ore, minuti, piccoli secondi, riserva di carica, grande data. Blu è anche il cinturino, realizzato in pelle di alligatore con cuciture di colore grigio eseguite a mano, corredato di fibbia ad ardiglione in oro bianco. Dietro queste scelte estetiche il Lange 1 «25th Anniversary» conserva naturalmente tutte le caratteristiche che ne hanno decretato il successo nel corso di un …

Vuoi leggere la versione integrale dell’articolo? Abbonati a Orologi.it!

ACQUISTA ONLINE LA RIVISTA