Dalla sinergia tra la Maison Bvlgari e l’Aeronautica Militare nasce Bvlgari Aluminium Tricolore, versione speciale del rinnovato modello che per l’occasione adotta simbolicamente una livrea blu. I ricavi generati dalla vendita dei primi 50 esemplari numerati verranno interamente devoluti da Bvlgari a favore del progetto “Un dono dal cielo”, importante raccolta fondi avviata dall’Aeronautica Militare in occasione del Giubileo indetto per celebrare il Centenario della proclamazione della Madonna di Loreto, Patrona di tutti gli Aeronauti, a sostegno degli ospedali pediatrici Giannina Gaslini di Genova, Bambino Gesù di Roma e Santobono Pausilipon di Napoli. A partire dal mese di dicembre 2020 sarà disponibile sul mercato internazionale la seconda parte della serie, per un totale di 1.000 segnatempo. Verranno inoltre realizzati 11 esemplari esclusivi e dotati di un proprio certificato, con un’incisione dedicata agli identificativi degli altrettanti velivoli che compongono la squadra delle Frecce Tricolori, dal Pony 0 al Pony 10.
L’iniziativa filantropica ha avuto la sua presentazione ufficiale lo scorso 21 ottobre, con una sobria cerimonia svoltasi nella suggestiva Sala della Madonna di Loreto a Palazzo Aeronautica a Roma, alla presenza del Capo di Stato Maggiore Generale di Squadra Aerea Alberto Rosso, del Generale di Brigata Aerea Giovanni Francesco Adamo, e di Lelio Gavazza, Executive Vice President Sales & Retail di Bvlgari. Nell’occasione l’esemplare Pony 0 è stato consegnato simbolicamente all’Aeronautica Militare nelle mani del Tenente Colonnello Gaetano Farina, Comandante delle Frecce Tricolori, e verrà custodito nell’area museale della Pattuglia Acrobatica Nazionale a Rivolto (Udine). Insieme al Pony 1, dedicato al velivolo del Capo formazione, a al Pony 10, del solista delle Frecce Tricolori, sarà infine messo all’asta da Christie’s Italia nel mese di dicembre, per fornire un ulteriore contributo al progetto. Riguardo l’importante iniziativa Lelio Gavazza ci ha rilasciato la seguente dichiarazione: «Quella tra Bvlgari e l’Aeronautica Militare è una collaborazione che ha ricevuto un forte consenso sin da quando ne abbiamo iniziato a parlare a Ginevra. Nel momento in cui preparavamo il ritorno di Aluminium sul mercato ci siamo infatti resi conto che potevamo affiancarlo con un’edizione limitata a una realtà come l’Aeronautica Militare, che rappresenta un’eccellenza e un simbolo non solo in Italia ma in tutto il mondo. Ci siamo identificati nel tricolore rilanciato nel cielo il 2 giugno scorso, un emblema fortemente rappresentativo del Made in Italy. E in ogni caso l’orologio ha molti punti di contatto con l’universo militare, a partire dai materiali e dai colori utilizzati, e può essere anch’esso considerato un simbolo d’italianità. Con grande piacere abbiamo poi riscontrato ampia disponibilità da parte dell’Aeronautica Militare, che ha apprezzato fortemente il fatto che Bvlgari abbia pensato a loro per questa iniziativa di solidarietà riconoscendogli un ruolo di supporto e fondamentale per il popolo italiano, in un momento impegnativo come quello che stiamo vivendo. È scattata quindi una perfetta sintonia tra le due realtà e in maniera molto veloce, considerando la complicata congiuntura esterna, ci siamo impegnati totalmente su questo progetto per noi davvero importante ottenendo un risultato davvero soddisfacente». Più in generale, sul ritorno sul mercato di Aluminium, ha commentato: «Questo rilancio è importantissimo, perché ricordiamo lo straordinario successo ottenuto dall’orologio circa venti anni fa, tanto che molti clienti continuavano a chiederci quando sarebbe stato possibile tornare a indossare “quel bellissimo modello in alluminio lanciato diversi anni prima”. Siamo quindi stati felici di introdurlo nuovamente sul mercato dotandolo di alcune migliorie ma mantenendo intatta l’immagine del segnatempo originario, per rafforzare il ruolo della Maison anche in una fascia di clienti complementare, giovane, cool, sportiva e informale, ma pur sempre rientrante in una figura di un uomo di carattere che ama il bello e apprezza l’audacia del brand Bvlgari, che sa azzardare unendo tra loro materiali differenti e alternativi».
Il progetto benefico promosso in sinergia dalle due realtà riflette l’impegno che entrambe hanno messo in atto nelle prime fasi dell’emergenza, pur se in campi e con modalità diverse. Bvlgari ha partecipato alla lotta contro il Covid-19 attraverso la donazione agli ospedali di tutto il Paese di gel igienizzanti per le mani, ha sostenuto l’Ospedale Spallanzani di Roma e donato un microscopio all’avanguardia all’Università di Oxford. L’Aeronautica Militare, pur continuando a svolgere il compito primario di difesa dello spazio aereo nazionale, ha messo a disposizione risorse e capacità alla complessa macchina dei soccorsi in campo per fronteggiare il virus, con equipaggi dei velivoli da trasporto e degli elicotteri del soccorso aereo impegnati notte e giorno insieme a team di medici e infermieri specializzati, sia per il rimpatrio di connazionali dall’estero (agli inizi in particolare da Cina e Giappone) sia per trasporto in bio-contenimento di pazienti, personale medico, presidi e attrezzature sanitarie. Anche le Frecce Tricolori hanno svolto un ruolo importante sorvolando il Paese da nord a sud in una sorta di “abbraccio” ideale che ha interessato tutti i capoluoghi di regione, ed è culminato nel Tricolore più lungo del mondo sul cielo di Roma, composto durante le celebrazioni della Festa della Repubblica, il 2 giugno 2020.

Vuoi leggere la rivista online? Sottoscrivi l’abbonamento digitale!
ACQUISTA ONLINE LA RIVISTA