Autore: Paola Parmendola

L’ora di Internet

Osservando l’iridescente illuminazione alla parete non sempre viene in mente che la danza di luci è sincronizzata proprio con il passare del tempo e che i 3 cerchi concentrici lo rappresentano. Ma appena ci si rende conto che l’opera cinetica Tempus (http://rousseau.co.uk/project/tempus-illuminated-timepieces/) di Ben Rousseau è un orologio a 12 ore, allora decodificarne l’orario diventa subito intuitivo. Il quadrante rotondo – 900 millimetri di diametro, 25 chilogrammi di peso – non ha lancette ma 132 elementi che si illuminano progressivamente con cadenza periodica. Il percorso più interno conta i secondi ed è perciò suddiviso in 60 segmenti. Quando questo...

Read More

L’Orologio ad acqua del Pincio

Come l’Orologio ad acqua del Pincio scandisce il tempo. L’Orologio ad acqua del Pincio è un affascinante idrocronometro, ideato e costruito nel 1867 da Giovanni Battista Embriaco, sacerdote domenicano con la passione per l’orologeria. Installato pochi anni dopo (1873) nel grande parco di Villa Borghese a Roma, misura il tempo dal centro di una fontana ovale in Viale dell’Orologio, disegnata dall’architetto Gioacchino Ersoch. Presentato all’Esposizione Universale di Parigi, il segnatempo del geniale Embriaco conquistò subito anche l’interesse di molti esperti internazionali, che ne acquistarono il brevetto per abbellire le fontane pubbliche delle loro città. L’idrocronometro di padre Embriaco affascina...

Read More

L’ora di Internet – Il National Museums Scotland di Edinburgo

Visitare il National Museums Scotland (http://www.nms.ac.uk) di Edinburgo consente di approfondire alcuni interessanti aspetti della storia del Paese e dell’orologeria attraverso la visione di un ricco patrimonio di oggetti antichi. L’esposizione è articolata su vari piani del grande complesso edilizio nato nel 1985 dalla fusione con il National Museum of Antiquities of Scotland. L’ingresso gratuito oppure la navigazione digitale del dinamico sito consentono di osservare le vaste collezioni presenti e di scoprire tesori inestimabili, proprio come i due particolarissimi orologi, il Congreve Rolling Ball Clock e il Millennium Clock Tower. Del primo antichissimo pezzo (www.nms.ac.uk/explore/stories/science-and-technology/congreve-rolling-ball-clock/), che ha avuto da...

Read More

Le sculture cinetiche di Norman Tuck

Tra i lavori più visionari di Norman Tuck, prolifico inventore nordamericano di sculture cinetiche, sono presenti anche bizzarri segnatempo, la cui realizzazione ha richiesto conoscenze approfondite di meccanica, fisica oltre naturalmente ad una creativa immaginazione. Le sue Art Machine sono state esposte nei principali musei scientifici degli Stati Uniti (come l’Exploratorium di San Francisco e la New York Hall of Science) e dell’Europa (come il Phaeno Museum di Wolfsburg e il Parque de las Ciencias di Granada). Alcuni hanno addirittura osservato che la particolare produzione artistica ricorda l’inventiva delle opere meccaniche di Leonardo da Vinci. Di sicuro esse hanno...

Read More

Sunagoyomi, una particolare hourglass anzi una yearglass

Nella piramide più alta del Nima Sand Museum di Oda, città sulla costa del mar del Giappone, si trova Sunagoyomi, la più grande clessidra al mondo, nota anche come il “calendario di sabbia“, progettata dall’architetto Sawako Yano. La clessidra (alta: 5,2 m., diametro: 1 m., peso: 560 Kg.) ha iniziato a “ticchettare” il 1° gennaio 1991, utilizzando speciali granelli di sabbia bianca al quarzo, che può essere trovata solamente in pochi luoghi al mondo, tra cui la costa di Kotogahama. La piu’ grande clessidra al mondo e’ un calendario di sabbia Tutti i granelli, che scandiscono il tempo nella clessidra,...

Read More