Foto di Blancpain

Tra le novità Blancpain presentate in occasione di Baselworld 2017, anche alcuni modelli vintage tra i quali la riproposizione di un esemplare del 1957-58, una variante alquanto originale del Fifty Fathoms che nel 1953, a partire dal nome che assicurava un grado di impermeabilità fino a 50 “braccia” – circa 91 metri, una misura estrema per l’epoca -, rivoluzionò il concetto di orologio da immersione imponendosi come “IL” subacqueo moderno per eccellenza.

Per quanto riguarda la variante riproposta quest’anno, il Fifty Fathoms “Tribute to Fifty Fathoms MILSPEC” riprende le principali caratteristiche del modello originario adeguandole al tempo stesso ad alcuni standard contemporanei.

Ma partiamo dall’inizio ripercorrendone la storia. Il Fifty Fathoms nasce all’inizio degli anni Cinquanta grazie a una collaborazione tra Blancpain e la Marina Nazionale Francese.

Ai vertici della storica Maison orologiera di Le Brassus, fondata nel 1735, si trovava allora Jean-Jacques Fiechter, CEO Blancpain dal 1950 al 1980 nonché grande appassionato e pioniere della subacquea che lamentava fortemente la mancanza di un segnatempo che fungesse anche da ausilio tecnico durante le immersioni.

Vuoi continuare a leggere questo articolo? Acquista subito online la tua copia digitale della rivista!