Da quasi due secoli, le pitture in miniatura che adornano i quadranti dei segnatempo BOVET affascinano e seducono gli amanti dell’arte e dell’alta orologeria. Un patrimonio artistico e un savoirfaire orologiero che Pascal Raffy, titolare di BOVET 1822, continua a mantenere vivi nel più assoluto rispetto della tradizione e sempre fedele al suo instancabile spirito innovatore.

La famiglia di segnatempo Château de Môtiers si arricchisce con l’inedito Eurytides Marcellus, un nuovo esempio della straordinaria maestria degli artigiani della Maison. La natura è ancora una volta la principale fonte di ispirazione per una pittura in miniatura realizzata su una base di madreperla bianca.

La tecnica tradizionale della pittura in miniatura si unisce all’innovativa applicazione a strati di materiale luminescente. La farfalla dipinta dall’artista sulla superficie del quadrante risulta così visibile sia di giorno che di notte. La perizia consiste nell’applicare il materiale luminescente in modo da ottenere lo stesso grado di definizione dei dettagli sia alla luce che al buio.

Tutto ciò con un’ulteriore difficoltà: l’artigiano deve muoversi costantemente da uno spazio illuminato a uno oscuro per calibrare ogni passo di questo meticoloso lavoro. Il marchio BOVET 1822 si riafferma come pioniere e modello di eccellenza nell’ambito delle arti decorative applicate all’alta orologeria.