Lanciato da Bovet nel 2015, il Virtuoso V è stato il primo segnatempo alimentato dal calibro Virtuoso II a presentare complicazioni supplementari. In questo caso, un’ora saltante combinata con dei minuti retrogradi. Tre anni più tardi, gli artigiani orologiai e i quadrantisti della Maison hanno unito le loro forze per dargli un nuovo volto.

Il quadrante occupa tutta la superficie del movimento, donando al segnatempo una nuova identità. Mentre gli orologiai si occupavano di disporre tutte le indicazioni sullo stesso livello, i quadrantisti disegnavano un motivo guilloché completamente inedito. La disposizione originale a strati cedeva il passo a un maggiore classicismo, che fa risaltare il lavoro artistico e le squisite rifiniture di tutti i componenti. Gli artigiani hanno messo tutto il loro talento al servizio di questa trasformazione. Dopo aver decorato la base di metallo con un motivo guilloché, hanno applicato una dozzina di strati di lacca blu traslucida e infine l’hanno lucidata per rendere la superficie perfettamente liscia. L’effetto di profondità e gli incantevoli riflessi così ottenuti conferiscono al segnatempo la sua magia. Oltre alla densità tecnica e artistica che emana dal segnatempo, le sue linee sono ora più pure e la sua leggibilità ancora maggiore.

Tecnicamente, il Virtuoso V riunisce due complicazioni difficili da combinare: le ore saltanti e i minuti retrogradi. Il salto del disco delle ore dev’essere perfettamente sincronizzato con quello della lancetta dei minuti. Questo segnatempo appartiene alla Collezione di Complicazioni Fleurier e presenta una cassa convertibile Amadeo brevettata, che gli consente di essere trasformato in un orologio da polso reversibile, in orologio da tavolo o da taschino senza utilizzare alcun utensile. Pertanto, le indicazioni delle ore e dei minuti si possono visualizzare su entrambe le facce del movimento. Un indicatore della riserva di carica completa le informazioni mostrando una notevole autonomia di cinque giorni, garantita dall’uso di un bariletto unico. Infine, per migliorare la funzionalità del segnatempo, gli orologiai hanno sviluppato un correttore indipendente del disco delle ore, capace di indicare un fuso orario diverso su ogni faccia del segnatempo.

Con questa nuova interpretazione di un già prestigioso segnatempo, il titolare della Maison Bovet, Pascal Raffy, e i suoi artigiani propongono dei modelli che soddisferanno certamente i collezionisti attenti alle caratteristiche tecniche e sensibili alla più nobile espressione delle arti decorative.