Sul quadrante del Classique Tourbillon Extra-Plat Automatique, un capolavoro di tecnica orologiera e un’elegante espressione dell’arte dello Smalto Grand Feu.

Elementi distintivi dell’alta orologeria, le decorazioni non esauriscono la loro funzione nel campo del bello o di ciò che appare. Perché se è innegabile che quando osserviamo un orologio quello che ci cattura al primo sguardo è il colore di un quadrante, un’incisione sulla sua superficie, la perfetta levigatura del metallo della cassa o l’anglage minuzioso di un componente del movimento, è evidente che tutti questi elementi fanno parte di un progetto ben più ampio, frutto di un savoir-faire che valorizza un percorso costruttivo particolarmente complesso, al quale partecipano saperi e abilità diversi, capaci anche di segnare la distanza tra una manifattura e un’altra. Nel caso di Breguet l’attenzione per gli aspetti decorativi è solo una faccia dell’impegno profondo della Maison nella preservazione dei mestieri d’arte, alcuni dei quali ci rivelano senza mezzi termini il legame particolarmente stretto con la tecnica orologiera propriamente detta: è il caso della scheletratura, per esempio, sapiente equilibrio da ricercare tra funzionalità e trasparenza, complici l’esperienza dell’artigiano e la perfetta padronanza manuale, ingredienti preziosi ai quali affidarsi per sentire fin dove è possibile sottrarre materia e, con spirito artistico, creare le delicate architetture che costituiranno la cifra stilistica finale dell’orologio.
Proprio la scheletratura e l’arte dell’incisione sono stati due elementi distintivi del Classique Tourbillon Extra-Plat Squelette lanciato lo scorso anno, autentica esaltazione del calibro automatico 581 della manifattura di L’Abbaye: il più sottile movimento con tourbillon della Maison, con uno spessore di appena 3 millimetri, un diametro di 16 linee, 334 componenti, gabbia del tourbillon in titanio, scappamento ad ancora laterale invertita con corna in silicio, spirale in silicio, bilanciere che oscilla a 4 Hz, bariletto ad “alta energia” che garantisce una riserva di marcia di 80 ore.
Ad esso fa seguito in questo nuovo anno il Classique Tourbillon Extra-Plat Automatique 5367, caratterizzato da un prezioso quadrante in smalto Grand Feu di colore blu. Siamo dunque ancora nell’ambito dei mestieri d’arte, qui rappresentati dalla tecnica tradizionale della smaltatura, molto apprezzata dal fon- datore Abraham-Louis Breguet e oggi coltivata con grande passione all’interno della manifattura che ne porta il nome. Di realizzazione complessa, essa richiede un’alta specializzazione artigianale e step di lavorazione molto precisi, a partire dalla macinazione e dalla purificazione dello smalto, applicato ancora umido con un pennello sul quadrante in oro ….

Vuoi leggere l’articolo nella versione integrale?Abbonati a Orologi.it!

ACQUISTA ONLINE LA RIVISTA