Elemento ispiratore della collezione Lvcea, la luce sposa la trasparenza nei Lvcea Skeleton, rivelando la sofisticata architettura del movimento meccanico a carica automatica e aggiungendo un tocco originale e moderno con le lettere del logo sul quadrante.

A quattro anni dal suo lancio, Lvcea ha conquistato uno spazio ben preciso all’interno della collezione femminile di Bulgari rappresentandone il volto contemporaneo, frutto di quell’incessante ricerca di design che ha un corrispettivo, nella collezione maschile, nell’estetica dei modelli Octo; comune alle due linee la capacità di raccontare, attraverso elementi specifici, la tradizione Bulgari, rielaborata e reinterpretata in forma assolutamente originale grazie a un costante aggiornamento creativo che ha le sue radici profonde, invece, nella capacità di cogliere e di fissare in una forma la modernità, intesa come adesione agli stimoli e alle suggestioni del proprio tempo. La reinterpretazione in chiave contemporanea dell’idea fondamentalmente classica della cassa rotonda trova dunque in Lvcea un esempio molto interessante, tanto da permettere a questi segnatempo di competere – in originalità e riconoscibilità – con l’altra collezione femminile della Maison, l’iconica Serpenti. Un dettaglio fondamentale in questa direzione è, per esempio, la corona: per la sua forma, che invade letteralmente la lunetta interrompendone con decisione la rassicurante classicità, e per il cabochon di pietra rosa che promuove il colore a dettaglio di stile, raccogliendo in questo tutta la passione di Bulgari per le gemme colorate.
Da modello a collezione, in quattro anni Lvcea ha sperimentato materiali, finiture, dimensioni e funzioni diverse, fino alle interessanti novità di quest’anno: Lvcea Tubogas, un orologio letteralmente reinventato prendendo a prestito dalla storia della Maison l’originale bracciale creato negli anni ‘40 e diventato da allora un segno forte dell’identità del marchio in gioielleria; quindi Lvcea Skeleton, sofisticato ed elegante, costruito sulla visibilità della meccanica ma, al tempo stesso, sul gioco creativo del logo che la sovrasta: un elemento di design potenzialmente glamour ma anch’esso radicato nella storia e nella tradizione di Bulgari, il cui percorso orologiero moderno nasce proprio sull’idea del logo ripetuto sulla lunetta.
E’ esattamente del Lvcea Skeleton che ci occupiamo in queste pagine, naturalmente a partire dal movimento: il calibro BVL 191SK, movimento meccanico a carica automatica realizzato presso la manifattura Bulgari, con bilanciere che lavora a 28.800 alternanze/ora, una riserva di carica di 42 ore, e con indicazione di ore, minuti e secondi. Come dicevamo, e come indica il nome stesso dell’orologio, tale movimento è caratterizzato dal delicato lavoro di scheletratura dei suoi componenti sul quale s’inseriscono le lettere del logo della Maison, diventando parte integrante del design del movimento stesso e del quadrante, che ne rappresenta la parte immediatamente visibile. Messe in risalto dal colore della placcatura oro rosa, tali lettere possono trasformarsi in dettagli preziosi e accogliere 117 diamanti: ciò accade nei modelli “top di gamma” della linea, come nell’esemplare in oro rosa, con lunetta e attacchi del cinturino impreziositi da diamanti. Un altro dettaglio si mostra con evidenza sul quadrante di Lvcea Skeleton: le lancette laccate di colore rosso, che riprendono la tonalità vivace del corindone della corona, si abbinano al colore del cinturino in pelle di alligatore e, in definitiva, attribuiscono un carattere moderno e disinvolto all’intera linea.
Gli orologi si presentano con una cassa di 33 millimetri di diametro in acciaio oppure in oro rosa; la versione in acciaio può essere corredata di lunetta in oro rosa e quindi abbinata a un bracciale in acciaio e oro, nel suo inconfondibile design ispirato alle squame di un serpente. In ogni caso la superficie del metallo risulta perfettamente lucidata: una finitura
che conferisce ai segnatempo una innegabile eleganza. Da qui il passo verso il gioiello è davvero breve, come dimostra il citato esemplare in oro rosa con diamanti incastonati sul quadrante, sulla lunetta e sugli attacchi del cinturino: complessivamente i diamanti sono 183, di cui 117 sul quadrante, 44 sulla lunetta e 22 sugli attacchi del cinturino; a questi si aggiunge il diamante incastonato nella corona, che caratterizza tutti i Lvcea Skeleton, anche i modelli in acciaio.
Garantiti impermeabili fino a 5 atmosfere di pressione, i Lvcea Skeleton coniugano, dunque, orologeria e gioielleria, luce e colori, attraverso le forme e il linguaggio inconfondibilmente Bulgari.
 
Vuoi leggere tutti gli articoli? Abbonati a Orologi.it!
 
ACQUISTA ONLINE LA RIVISTA