Con in nuovi orologi gioiello di Bulgari ispirati al tema del serpente reinterpretato in maniera straordinaria all’insegna del lusso, della creatività e della maestria artigianale.

Il serpente, simbolo di continuo rinnovamento, è stato da sempre una
grande fonte di ispirazione per Bulgari: per sette decenni le collezioni dedicate a questo emblema di mistero e seduzione hanno dimostrato la capacità della Casa di rivisitarlo di volta in volta con grande creatività.

Ne è uno straordinario esempio il primo modello che presentiamo, l’orologio gioiello Serpenti Seduttori, caratterizzato da un’originale struttura a bracciale, realizzata in oro rosa, che avvolge elegantemente il polso. La cassa a forma di testa di serpente, della misura di 36 millimetri, in oro rosa e smalto nero con gli occhi a goccia in ametista, si apre e svela il quadrante laccato nero sul quale trovano posto le lancette per l’indicazione di ore e minuti.

Animato da movimento al quarzo, questo esemplare è disponibile anche con quadrante in madreperla o con pavé di diamanti e nelle versioni con cassa scheletrata in oro rosa incastonata con diamanti taglio brillante, occhi in ametista, quadrante in madreperla, bracciale rigido scheletrato in oro rosa e nella versione tutta in oro bianco incastonata con diamanti taglio brillante e due zaffiri con taglio a goccia.

Abbiamo fotografato anche il modello della linea Serpenti Twistyourtime, con la cassa ricurva in oro rosa della misura di 32 millimetri, che presenta un profilo asimmetrico sul quale è alloggiata la corona scanalata e impreziosita da una rubellite rosa taglio cabochon.

La lunetta, evidenziata da una scanalatura, incornicia il quadrante laccato nero dove trovano posto indici e numeri romani, lancette per l’indicazione di ore e minuti e, al centro, la firma della Casa. Animato da movimento al quarzo, questo esemplare è abbinato a un raffinato bracciale multi catena in oro rosa chiuso da una fibbia di gioielleria personalizzata.

Un’estetica di grande impatto e molto raffinata caratterizza anche …
 
Vuoi leggere tutto l’articolo? Abbonati a Orologi.it!
 
ACQUISTA ONLINE LA RIVISTA