Foto di Dario Tassa

Sono i nuovi modelli delle collezioni Carrera e Aquaracer, orologi fortemente rappresentativi della produzione della Casa che, da sempre, vanta contenuti tecnici all’avanguardia, pronti a fronteggiare le situazioni più estreme

Tra le collezioni di spicco della produzione TAG Heuer, un posto d’onore merita la linea Carrera, la cui storia inizia molto tempo fa, quando Jack Heuer, nel 1963, creò il primo modello con questo nome per rendere omaggio alla famosa corsa automobilistica Carrera Panamericana, una delle più avventurose ed emozionanti al mondo. Fedele a questo spirito “temerario”, questo esemplare si contraddistingueva in modo netto dai codici dell’orologeria tradizionale, ed era il primo cronografo progettato specificamente per piloti professionisti, grazie a un design innovativo e funzionale e a contenuti tecnici studiati per offrire il massimo delle prestazioni.

A questo primo modello ne seguirono molti altri, tra i quali il prestigioso Cronografo Carrera Calibro 16 e, proprio in occasione dei dieci anni dalla nascita di questo esemplare, la Casa ne propone una nuova versione total black caratterizzata da una cassa leggerissima realizzata in titanio grado 2 micropallinato e trattato PVD nero. Questo materiale all’avanguardia conferisce all’orologio un look grintoso e raffinato al tempo stesso, valorizzato ancora di più da una ghiera girevole unidirezionale in ceramica nera con la scala tachimetrica in beige.

Anche se significativamente rinnovato, questo modello richiama in molti dettagli l’estetica del suo predecessore e dei Carrera degli anni ‘60, come nella linea delle anse sfaccettate che caratterizzano il suo profilo sul quale sono alloggiati la corona scanalata e personalizzata, con bordatura per facilitarne la presa, e i pulsanti a fungo per la gestione delle funzioni cronografiche. Protetto da un vetro zaffiro antigraffio con trattamento antiriflesso, il quadrante nero ospita la scala dei minuti con numeri arabi applicati black gold con SuperLuminova™ beige, così come le lancette di ore e minuti, la sfera dei secondi cronografici ad ago sempre beige, la finestrella rettangolare con la data e il giorno della settimana al 3, con nome del modello e logo, e tre contatori: questi indicano, rispettivamente, al 6 le ore cronografiche, al 9 i secondi continui con sfera bianca e al 12 i minuti cronografici fino a 30. Il fondello chiuso da un vetro zaffiro permette di ammirare il movimento automatico che anima l’orologio, il calibro 16, con la massa oscillante decorata Côtes de Genève, 25 rubini, 28.800 alternanze orarie e una riserva di carica di 42 ore. Impermeabile fino a 10 atmosfere di pressione, questo orologio è abbinato a un cinturino marrone in vitello invecchiato, con doppio passante e chiuso da una fibbia déployante in titanio dotata di pulsanti di sicurezza.

Gli altri due modelli che abbiamo fotografato, presentati dalla Casa in occasione di Baselworld 2017, sono Aquaracer in versione Arctique Camouflage e Kaki. Nell’estetica questi due nuovi subacquei colgono la tendenza dell’anno per quanto riguarda gli accessori, orologi compresi, lo stile army, e vanno ad arricchire la prestigiosa linea sportiva di TAG Heuer, che prosegue la tradizione inaugurata da Edouard Heuer, depositario, nel lontano 1892, del brevetto della prima cassa impermeabile.

Creata nel 2003, la collezione Aquaracer non ha mai smesso di evolversi, con la proposta di modelli studiati non solo per le immersioni ma anche per affrontare altri generi di condizioni estreme. Così questi esemplari, che vantano un’impermeabilità garantita fino a 300 metri di profondità, presentano una cassa leggera e robusta, realizzata in titanio grado 2 trattato PVD nero opaco, del diametro di 43 millimetri, con il profilo, delimitato da anse allungate e separate dal corpo centrale, che ospita la corona a vite scanalata e personalizzata inserita tra due spallette di protezione. Una ghiera girevole unidirezionale, con la scala dei minuti – graduata ogni minuto per i primi quindici – e realizzata in ceramica nera opaca particolarmente resistente ai graffi, circonda il quadrante blu opalino mimetico del modello Arctique Camouflage protetto da un vetro zaffiro piatto con trattamento antiriflesso: sulla sua superficie trovano posto la scala dei minuti/secondi sul réhaut, gli indici sfaccettati laccati blu con SuperLuminova® antracite, così come le lancette per ore e minuti, la sfera ad ago con terminale a freccia per i secondi, il logo al 12 e il datario al 3 dotato di lente magnificatrice. Al centro del fondello, anch’esso in titanio grado 2 sabbiato e rivestito in PVD nero, sono incisi un sommergibile e, sulla circonferenza esterna, le caratteristiche tecniche dell’orologio che è animato dal movimento automatico TAG Heuer Calibro 5 con 28.800 alternanze orarie, correzione rapida della data e riserva di carica di 38 ore. Questo esemplare è accompagnato da un cinturino NATO negli stessi colori del quadrante con passanti in metallo e chiuso da una fibbia ad ardiglione in acciaio spazzolato personalizzata.

Stesse caratteristiche tecniche e stesse misure per il modello Kaki che ha la ghiera in alluminio sabbiato anodizzato verde, il quadrante verde militare, le lancette e gli indici applicati sfaccettati lucidi placcati oro nero con SuperLuminova® kaki, la sfera centrale lucida laccata placcata oro rosso e nero, anch’essa luminescente, e il cinturino in tessuto, sempre in color verde militare.