Foto di Cartier

In occasione della 28a edizione del Salone Internazionale dell’Alta Orologeria di Ginevra, Cartier svela due nuovi esemplari della sua prestigiosa collezione Cartier Fine Watchmaking: il Rotonde de Cartier Skeleton Mysterious Double Tourbillon Watch, proposto con cassa in platino, e il Rotonde de Cartier Mysterious Day & Night Watch, proposto con cassa in oro rosa. Su Orologi.it un approfondimento sui due nuovi modelli, che portano contenuti innovativi nella grande storia dei movimenti scheletrati e misteriosi della Maison.

Quella dei movimenti misteriosi di Cartier è una storia che inizia da lontano. Almeno dal 1912, quando, dalla collaborazione tra Louis Cartier e l’orologiaio Maurice Coüet, nacque il primo Mistery Clock della Maison, denominato Model A. Ispirata alle pendole del famoso illusionista e padre della magia moderna Jean-Eugène Robert-Houdin, quella creazione fu la prima di una fortunata serie di orologi da tavolo caratterizzati dall’apparente mancanza di collegamento tra le lancette – e quindi l’indicazione dell’ora – e il movimento.

L’idea è stata ripresa e sviluppata dalla Casa in epoca recente, nel vivo di una straordinaria stagione produttiva che ha visto la storica Maison sviluppare un interessante percorso manifatturiero frutto di una sorprendente sintesi tra grandi intuizioni tecniche, un profondo savoir-faire artigianale e la creatività che da sempre ne contraddistingue le creazioni. Nasce da qui la collezione Fine Watchmaking, alla quale appartengono i due nuovi orologi fotografati in queste pagine, al loro lancio ufficiale durante il Salone Internazionale dell’Alta Orologeria di Ginevra.

Nel primo caso – parliamo del Rotonde de Cartier Skeleton Mysterious Double Tourbillon Watch – la vera novità è l’introduzione dell’iconica scheletratura dei ponti nella forma di numeri romani all’interno del Doppio tourbillon misterioso, un orologio lanciato nel 2015 e caratterizzatosi da subito come una pietra miliare nella storia moderna della Maison per l’eccellenza dell’idea creativa che ne è alla base, nonché per la complessità della sua realizzazione.

Vuoi continuare a leggere l’articolo CARTIER: IL FASCINO INTRAMONTABILE DEGLI OROLOGI MISTERIOSI?Abbonati a Orologi.it!

ACQUISTA ONLINE LA TUA COPIA DIGITALE DELLA RIVISTA