Foto di Chopard

I modelli Happy Ocean, le nuove proposte della linea Happy Sport pensati per i polsi femminili, vantano un design sportivo ma molto raffinato e uno stile inconfondibile, quello di Chopard .

Quello che principalmente contraddistingue il marchio Chopard nel mondo dell’alta orologeria è la creatività delle sue proposte, sempre molto innovative, originali e dallo stile inconfondibile. E questo fin dagli inizi della sua lunga storia produttiva, cominciata addirittura nella seconda meta del XIX secolo.

Si era nel 1860, infatti, quando nel piccolo villaggio di Sonvilier, che si trova nella parte svizzera delle montagne del Giura, il giovane artigiano Louis-Ulysse Chopard, figlio di un agricoltore, decise di aprire un atelier, dove realizzava e commercializzava dei segnatempo da tasca dal design inedito, precisi e affidabili.

Queste creazioni di primissima qualità ben presto consolidarono la sua reputazione e lo condussero, a soli 24 anni, a conquistare gli appassionati del settore anche in terre molto lontane. I suoi orologi venivano esportati, infatti, anche in Russia, presso la corte dello zar Nicola II, in Scandinavia e in altri stati dell’Europa Orientale.

Nel 1921, Paul Louis Chopard, figlio di Louis-Ulysse, prese le redini dell’azienda e decise di spostare la sede a La Chaux-de-Fonds, per poi trasferirsi di nuovo, nel 1937, a Ginevra, già ai tempi considerata la patria dell’alta orologeria, dove ebbe la possibilità di venire in contatto con una clientela cosmopolita, in grado di apprezzare fino in fondo la qualità delle sua creazioni.

Nel 1943 il timone passò nelle mani di Paul André Chopard, nipote di Louis-Ulysse: siamo alla la terza generazione destinata, però, a finire qui, perché nessuno dei suoi figli si mostrava veramente interessato a proseguire questa lunga e fiorente tradizione produttiva.

Giunto all’età di 70 anni, quindi, Paul André si mise in cerca di un compratore e fu proprio allora che si fece avanti Karl Scheufele, discendente da una dinastia di orologiai e di gioiellieri di Pforzheim, in Germania, e, a quell’epoca proprietario dell’azienda produttrice di segnatempo e di gioielli Eszeha, fondata nel 1904. L’aspirante acquirente si trovò in perfetta sintonia con la filosofia aziendale di Chopard e con lo stesso Paul-André con cui condivideva interessi analoghi e, soprattutto, la passione per l’artigianato di qualità e per la creatività.

Dopo un breve incontro, Karl Scheufele decise subito di acquistare l’azienda, realizzando così anche il sogno di suo padre e di suo nonno, che era proprio quello di rilevare una manifattura svizzera.

Grazie al suo entusiasmo e a quello della sua famiglia, il marchio Chopard ha conosciuto da allora uno sviluppo eccezionale, mantenendo inalterati i tratti caratteristici delle sua produzione, sia dal punto di vista dell’innovazione estetica che dei contenuti tecnici, e conquistandosi un posto d‘onore accanto ai marchi più prestigiosi del settore dell’alta orologeria e in quello della gioielleria.

Attualmente la Maison svizzera è una realtà imprenditoriale completamente indipendente e intenzionata a rimanere nel solco di quella prestigiosa tradizione cominciata da Louis-Ulysse Chopard e proseguita da Karl Scheufele e da sua moglie Karin che, ancora oggi, contribuiscono attivamente all’espansione del marchio insieme ai loro due figli, Caroline, responsabile delle collezioni donna e dell’alta gioielleria, e Karl-Friedrich, che si occupa delle collezioni uomo e della Manifattura Chopard di Fleurier, la sede in cui si producono i movimenti L.U.C.

Date queste significative premesse, non ci stupisce affatto che ogni nuova proposta firmata da questa autorevole Casa svizzera sia sempre sorprendente e originale e lo dimostrano, ancora una volta, gli orologi che presentiamo in queste pagine, due nuovi modelli che vanno ad arricchire una delle linee più di successo firmate Chopard, la Happy Sport.

Lanciata nel 1993, questa collezione è caratterizzata da creazioni innovative che da subito hanno conquistato gli appassionati del settore con la proposta di un nuovo concetto di segnatempo, prima di allora senza precedenti in orologeria, vale a dire quello di associare i nobili diamanti e l’acciaio.

Le ultime novità presentate dalla Casa sono i modelli Happy Ocean, dedicati ai polsi femminili, esemplari dal carattere spiccatamente sportivo che però non rinuncia all’eleganza conferitagli dalle pietre: liberi da ogni incastonatura, i brillanti si muovono tra due vetri in zaffiro e illuminano l’intera superficie del quadrante.

Questi orologi subacquei sono i compagni perfetti per partire alla scoperta dei fondali marini ma anche da sfoggiare in mille altre occasioni, grazie al loro design raffinato, informale ed elegante al tempo stesso. Ma guardiamoli da vicino.

La cassa tonda, realizzata in acciaio e del diametro di 40 mm, è sormontata da una lunetta girevole unidirezionale bicolore, in blu e turchese o in blu e rosso lampone, caratterizzata da delle scanalature “a onda”, che la rendono facilmente maneggevole, anche sott’acqua. Sul profilo dell’orologio, dello spessore di 13,66 mm e delimitato da anse separate dal corpo centrale con viti a vista, spicca la corona a vite personalizzata con l’incisione sulla sommità della “C” simbolo di Chopard.

Il quadrante, protetto da un vetro zaffiro con trattamento antiriflesso, è di colore blu intenso e ospita sulla sua superficie indici sagomati con luminescenza di colore blu, così come la lancetta per l’indicazione di ore – bianca con bordo turchese o lampone – e quella per i secondi con terminale sferico, mentre la lancetta per i minuti emette una luce verde. Cinque brillanti mobili “galleggiano” all’interno del quadrante a evocare quella sensazione di leggerezza assoluta che si prova quando si è immersi nell’acqua.

Come altro riferimento al mare, il fondello a vite ha la zona centrale decorata con l’incisione di un motivo a onde e protegge il movimento automatico interamente sviluppato e prodotto nei laboratori della Maison a Fleurier, il calibro 01.01-C, con 31 rubini, 28.800 alternanze orarie e una riserva di carica di 60 ore.

Impermeabili fino a 30 atmosfere di pressione, i modelli Happy Ocean, per la prima volta in orologi femminili creati da Chopard, sono abbinati a un cinturino con passanti in metallo di colore blu, NATO, un materiale sportivo, leggero e adatto a resistere a ogni condizione climatica e, naturalmente, anche all’acqua.