Un codice, un modo di ritrovarsi e di riconoscersi in uno stile che ha superato il tempo e i confini tra una generazione e l’altra. E’ lo stile di Chanel: forte, elegante e sicuro di sé.

Il gesto familiare, ripetuto tante volte in un giorno senza neppure guardare, di chiudere la 2.55! E’ un momento personale e quasi rassicurante: sfiorare con la mano la chiusura e ritrovarne subito il meccanismo, semplice e sicuro, grazie al quale custodire ciò che ci è più prezioso. Ogni donna lo sa. In quel gesto e in quel momento sono racchiuse alcune delle chiavi del successo di Chanel, della sua moda pensata per le donne, tanto da fare della celebre borsa un’icona di eleganza intramontabile da oltre 60 anni! Esattamente dal mese di febbraio del 1955, data da cui deriva il nome. Trasferire tutto questo in un orologio – farne anzi il motivo estetico dominante proprio sulla sommità del quadrante – rappresenta invece una delle più audaci scelte creative messe in atto dallo Studio Creativo della Maison negli ultimi anni. Audace ma al tempo stesso assolutamente coerente con uno stile che vede gli elementi iconici dello stile di Mademoiselle – ma anche i riferimenti alla sua vita privata – entrare con forza e discrezione nelle scelte creative di Chanel.
Ecco dunque l’orologio, del quale basta pronunciare il nome per comprendere la sua vocazione principale: racchiudere e comunicare i codici stilistici della Maison. Oltre alla raffinata citazione del Mademoiselle Lock della borsa 2.55, il design inconfondibile del motivo matelassé; anch’esso ci riporta indietro nel tempo, alla moda di Mademoiselle ma anche alle prime espressioni dell’orologeria Chanel, le cui origini risalgono, come è noto, alla fine degli anni ’80 del ventesimo secolo. Come tante creazioni femminili della Maison, Code Coco è inoltre una sintesi molto ben riuscita tra orologio e gioiello, nato proprio sul filo sottile che lega questi due mondi, integrandone di fatto gli aspetti peculiari in una visione raffinata dell’eleganza e dello stile da polso. Imprescindibile, infine, il linguaggio delle pietre preziose. Il diamante taglio princess che spicca su uno dei quadranti è una …

Vuoi leggere l’articolo nella versione integrale?Abbonati a Orologi.it!

ACQUISTA ONLINE LA RIVISTA