Salvaguardare il proprio patrimonio implica un continuo aggiornamento per far sì che quella preziosa eredità possa continuare ad alimentare nuove idee, possibilmente – o forse necessariamente – migliori di quelle del passato. Con questa visione Vacheron Constantin arricchisce la Collezione Traditionnelle, che rappresenta l’espressione moderna della grande tradizione orologiera ginevrina.

Essere la più antica manifattura orologiera, con un’attività ininterrotta di 260 anni, colloca Vacheron Constantin tra i nomi più autorevoli dell’orologeria svizzera, artefici di una grande tradizione e modello di riferimento per ideatori e costruttori di meccaniche più o meno complesse come per semplici ammiratori dell’arte delle lancette. Perpetuare tale tradizione è dunque uno dei compiti che la Maison ginevrina ha fatto propri nel corso della sua storia, puntando costantemente sull’innovazione per raggiungere standard qualitativi via via costruiti sui progressi del passato e costantemente al passo con i tempi, in un dialogo sempre aperto tra passato e presente. Nasce da questa visione la collezione Traditionnelle, al cui interno trovano posto molteplici espressioni del savoir-faire della Manifattura ginevrina in una gamma di prodotti che va da semplici automatici solo tempo alle grandi complicazioni. E proprio al top della gamma troviamo uno dei modelli più attuali della collezione, ovvero il Traditionnelle Tourbillon. L’orologio monta il nuovo calibro automatico 2160, primo movimento tourbillon a carica automatica sviluppato da Vacheron Constantin, che si distingue innanzitutto per il suo spessore particolarmente ridotto: 5,65 millimetri; tra le altre caratteristiche spiccano la riserva di carica di 80 ore, la frequenza relativamente bassa di 2,5 Hz, pari a 18.000 alternanze/ora, e la massa periferica in oro 22 carati. Cuore del movimento è naturalmente il tourbillon, a vista sul lato quadrante con la sua gabbia scheletrata che riproduce la forma della croce di Malta e con la barra anteriore completamente smussata a mano: dettagli di grande eleganza che spiccano sull’estetica essenziale del quadrante, caratterizzato da una base opalina argentata, con minuteria chemin de fer, indici applicati e lancette Dauphine in oro sfaccettate. Queste ultime offrono l’indicazione di ore e minuti mentre i secondi sono riportati sulla gabbia del tourbillon. L’orologio viene proposto in oro rosa, con una cassa di 41 millimetri di diametro e 10,4 millimetri di spessore; l’estetica, già nota attraverso i modelli precedentemente in collezione, presenta un design classico, con anse leggermente inclinate verso il basso e lunetta sottile, ed è completata da un doppio vetro zaffiro, rispettivamente su quadrante e fondello. Si distingue per le caratteristiche assolutamente analoghe relativamente alla cassa e al quadrante il Traditionnelle Calendario Completo, identico il diametro della cassa così come la scelta dell’oro rosa, la seconda novità introdotta nella collezione nel corso del 2018. Ovviamente diverse sono le funzioni, che in questo caso sono assicurate dal calibro automatico 2460 QCL, anch’esso frutto di uno sviluppo e di una produzione in- house: si tratta di un movimento di 11 linee e 1⁄4, circa 29 millimetri, e di 5,40 millimetri di spessore, con 308 componenti comprensivi della massa oscillante in oro 22 carati, 28.800 alternanze orarie, 4 Hz, e una riserva di carica di 40 ore. Come indica il nome, l’orologio offre le indicazioni relative al calendario completo, con giorno della settimana e mese in due sottili aperture prossime al 9 e al 3 e la data lungo la periferia del quadrante; inoltre, in corrispondenza delle ore 6 mostra le richiedere una regolazione solo ogni 122 anni. Sia il Traditionnelle Tourbillon che il Traditionnelle Calendario Completo sono dotati di cinturino in alligatore Mississippiensis cucito a mano e corredato di fibbia déployante in oro rosa a forma di mezza croce di Malta. Ritroviamo entrambi i modelli all’interno di due esclusive edizioni della Collection Excellence Platine, un concept lanciato da Vacheron Constantin nel 2006 con l’obiettivo di offrire ai collezionisti alcuni dei propri modelli più esclusivi in piccole serie rigorosamente limitate. Unica per tutti i modelli la scelta del platino 950 per le casse, sottolineata dalla sigla “Pt950” tra le ore 4 e le 5, e l’uso di un elegante cinturino in alligatore blu scuro cucito a mano con fili di seta e platino e corredato di fibbia déployante la cui forma riproduce a metà la croce di Malta. Elegantissimi, i Traditionnelle Tourbillon e Calendario Completo in platino esibiscono due quadranti di grande raffinatezza caratterizzati da una base con finitura sabbiata dell’esclusivo metallo sulla quale sono applicati indici delle ore in oro bianco; lo stesso vale per la croce di Malta a ore 12 e per le lancette, a eccezione della lancetta del datario nel Calendario Completo proposta con finitura blu. I toni del grigio invadono letteralmente anche l’astro lunare e il suo cielo, assecondando l’impostazione monocromatica dell’insieme. Ed ecco le serie limitate delle edizioni Collection Excellence Platine, opportunamente segnalate attraverso le incisioni sul retro degli orologi: 25 esemplari per il Traditionnelle Tourbillon e 100 esemplari per il Traditionnelle Calendario Completo.

Vuoi leggere altri articoli? Abbonati a Orologi.it!

ACQUISTA ONLINE LA RIVISTA