Di un orologio dovrebbe essere la variazione di marcia (anticipo o ritardo) provocata dalla variazione di un grado C di temperatura: nella pratica è invece la variazione di marcia registrabile tra la temperatura minima di +4° e quella massima di +36° C.

« Back to Glossary Index