Apparecchio (inventato nel 1933 e diffusosi agli inizi del decennio successivo) per determinare di quanto anticipi o ritardi un orologio nel momento stesso in cui lo si prova. Con un’attenta, ma non inequivocabile, interpretazione del grafico che fornisce è anche possibile rilevare alcuni difetti presenti nell’orologio in esame, quali l’errata messa in fase dello scappamento, un’irregolare trasmissione della forza motrice da parte del ruotismo sino ad individuare qual è la ruota a cui è attribuibile tale irregolarità, ed altri ancora.

« Back to Glossary Index