Il vetro che copre il quadrante ed è incassato nella lunetta può essere costruito in materiale plastico (vetro infrangibile), in vetro normale, nel cosiddetto vetro minerale (vetro temperato) poco scalfibile ed in vetro-zaffiro, costituito da corindone (scalfibile solo dal diamante). Quest’ultimo è molto costoso. Può avere anche forma diversa da rotonda: in tal caso o si parla genericamente di “vetri di forma”, oppure questa viene precisata: A: “tonneau” (a botte), B: “carrée (quadrata), C: “rettangolare”, D: “ovale”, E: “carrée cambrée” (quadrata arcuata), F: “rettangolare cambrée” (a lati arcuati).
Il bordo può essere liscio, oppure presentare una bisellatura lucida, un rialzo a tallone od essere incastrato in un anello metallico di “tensione”. La sua sezione può essere “piana” o “bombata”, “concava” o “convessa”, “a tegola”, ecc. Negli orologi impermeabili viene montato sulla lunetta con l’interposizione di una guarnizione di gomma (giunto).

« Back to Glossary Index