“Tancredi e Angelica passavano in quel momento… la destra inguantata di lui posata a taglio sulla vita di lei, le braccia tese e compenetrate, gli occhi di ciascuno fissi in quelli dell’altro. Il nero del frac di lui, il roseo della veste di lei, frammisti, formavano uno strano gioiello. Essi offrivano lo spettacolo commovente più di ogni altro, quello di due giovanissimi innamorati che ballano insieme…” da Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa

Il racconto emozionante di Domenico Dolce e Stefano Gabbana, fatto di tradizione e di amore per la creatività, continua e prende vita in un orologio, che incarna l’essenza barocca della lavorazione artigianale: il Gattopardo.

Il nuovo modello, variante della famiglia dei DG7 e realizzato per Uomo e Donna, si distingue per la straordinaria bellezza decorativa, frutto di un lungo lavoro artigiano di incisione. Interamente eseguita a mano sul bilanciere, sulla cassa, e nella chiusura del cinturino, la delicata decorazione viene realizzata con il bulino, un sottile scalpello con punta in acciaio.

L’orologio viene consegnato alle abili mani di maestri incisori che effettuano questo tipo di decorazione, anticamente definita “ornato”: impiegano oltre venti giorni a “vestire” con un incredibile lavoro di intaglio sia la cassa che la chiusura del segnatempo. La lavorazione artistica prosegue anche sul movimento, che monta un calibro ETA 2892 modificato, personalizzando il rotore grazie ad un inserto in oro con il logo Dolce&Gabbana, e grazie all’incisione manuale che riveste completamente la massa oscillante.

Il Gattopardo da Uomo si presenta in due varianti: una caratterizzata da quadrante in madreperla nera, l’altra in madreperla rosa; la cassa è in oro rosa, il vetro in zaffiro e gli indici delle ore placcati anch’essi in oro rosa. Il cinturino è in prezioso alligatore nero o bordeaux, con chiusura a scatto e pulsanti laterali in oro rosa incisi a mano.

La versione femminile è un orologio altrettanto unico, quanto di più simile a un gioiello lucente. Una poesia compositiva di dieci pietre preziose che prende vita su tre diversi modelli a seconda della tipologia della gemma utilizzata: rubini, diamanti neri o incolore decorano il quadrante in madreperla nera, o rosa, rendendolo una vera meraviglia dell’orologeria.

Il Gattopardo è un sogno ad occhi aperti, un esemplare delicato ed elegante, custode di un’arte incantevole e senza tempo che affonda le sue radici nella grande tradizione orafa italiana.