In effetti, pur lavorando con gli strumenti che misurano il tempo, e amandoli con sincero e assoluto trasporto, trovo un difetto nel tempo, ovvero proprio la velocità con il quale passa; velocità che a volte può rivelarsi un pregio ma nella maggior parte dei casi… ne costituisce un difetto!

Ma se penso al lato positivo del suo trascorrere, penso immediatamente al fatto che tra non molto, per la precisione tra poco più di 20 giorni visto che oggi è il 23 dicembre, inizia uno dei due eventi determinanti per il mondo delle lancette, il Salone Internazionale dell’Alta Orologeria di Ginevra, che si tiene dal 16 al 20 gennaio 2017, e potete trovare questo fascicolo in edicola proprio a partire dal 16 gennaio causa gli embarghi relativi alle novità esposte al Salone e delle quali vi parliamo nelle pagine a seguire.

E quest’anno il SIHH propone una serie di novità, quali il ritorno di Girard-Perregaux, la presenza di Ulysse Nardin, un giorno di apertura al pubblico, venerdì 20 gennaio, e, ma questo avviene dalla scorsa edizione, il Carré des Horlogers, che ospita 13 nomi dell’eccellenza “contemporanea”; quindi, facendo le somme, il Salone dell’Alta Orologeria di Ginevra prevede la presenza di 30 marchi espositori.

L’appuntamento successivo è Baselworld, che quest’anno inizia il 23 marzo e si conclude il 30 marzo.

Questo significa che il prossimo fascicolo di OROLOGI Le Misure del Tempo, il numero 306, sarà in edicola il 23 marzo causa gli stessi motivi di “embargo” sulle novità esposte che contraddistinguono questo fascicolo.

Avete tempo, quindi, per godervi questo numero, il 305, il primo del 2017, e i suoi contenuti, a partire dall’articolo di copertina, relativo a uno straordinario orologio, l’HM8 di MB&F, le pagine dedicate alle anticipazioni delle novità esposte al Salone di Ginevra, un reportage che vi racconta quali sono stati gli orologi che si sono aggiudicati i premi in occasione del Grand Prix d’Horlogerie de Genève 2016, e tanti articoli di prodotto, che non vi elenco per non togliervi la sorpresa, ma voglio assolutamente citarne tre: quello relativo al Nautilus di Patek Philippe, che nell’anno appena concluso ha celebrato il suo quarantesimo anniversario, un articolo tecnico sul calibro B06 di Breitling e un articolo che riguarda proprio una novità del SIHH, ovvero il Clifton Calendario Perpetuo di Baume & Mercier. Buona lettura quindi, con OROLOGI, la nostra passione!