Tema ricorrente all’interno della collezione Franck Muller, il quadrante con numeri colorati definisce un nuovo concetto di eleganza, suggerendo un rapporto più leggero e giocoso con il tempo. Lo ritroviamo in alcuni esemplari della nuova linea femminile Vanguard Lady Moonphase.

Nella vasta collezione di Franck Muller la linea Vanguard raccoglie la forte eredità dell’epoca di esordio della marca, gli anni ‘90, ma esprime, al tempo stesso, la sua contemporaneità. Protagonista di questa duplice visione è la cassa di forma tonneau, particolarmente complessa nella sua costruzione, che rappresenta un’evoluzione in chiave moderna della cassa cintrée curvex con la quale molte creazioni di Franck Muller – prima fra tutte il celebre Casablanca – hanno raggiunto il successo. Oggi le sue linee sono meno arrotondate e per certi aspetti più discrete, ma si tratta sempre di una cassa di forte personalità, sicuramente molto versatile e quindi adatta a essere proposta in misure diverse per un pubblico sia maschile che femminile, ma anche in un’ampia gamma di materiali, in funzione della destinazione dell’orologio. Dalle versioni più semplici in acciaio o in oro fino alle varianti più preziose con pavé di diamanti, la cassa Vanguard è quindi una sorta di filo rosso capace di legare le diverse anime del brand, assolutamente a suo agio tra le grandi complicazioni – una passione portata nel vivo della produzione dal fondatore del brand fin dai primi anni di attività della marca – ma altrettanto capace di cimentarsi in creazioni di stile sportivo o più affini alla gioielleria. Molto apprezzata per la sua estetica, la cassa Vanguard è caratterizzata in ogni caso da una spiccata ergonomicità che le deriva in gran parte dal suo profilo curvex e alla quale contribuisce in maniera determinante il nuovo attacco integrato del cinturino, che rende l’orologio particolarmente confortevole al polso; una caratteristica, quest’ultima, che si lascia apprezzare soprattutto in presenza di casse di misura grande ma che può essere sperimentata anche negli esemplari femminili, dove segue in maniera eccellente le dimensioni e la curvatura del polso.
Rientra in quest’ultima categoria il nuovissimo VanguardTM Lady Moonphase, interpretazione al femminile di una complicazione tradizionale e poetica quale la fase lunare. Indipendentemente dal modello preso in considerazione, questa viene mostrata sul quadrante in corrispondenza delle ore 6 attraverso un’apertura su un disco in madreperla. La sua funzionalità è assicurata da un movimento meccanico a carica automatica con secondi centrali, 28.800 alternanze orarie, 40 ore di riserva di carica, rifinito a Côtes de Genève e a perlage.
L’orologio è disponibile in diverse versioni di cassa e quadrante. Gli esemplari fotografati, tutti realizzati in metallo prezioso, ci danno un’idea della versatilità della gamma, che annovera esemplari di eleganza classica e altri che propongono uno stile disinvolto e colorato, anch’esso ben radicato nella filosofia del brand. L’esemplare classico presenta una cassa in oro rosa completamente rivestita da un pavé di diamanti; le pietre preziose creano un originale motivo estetico lungo la carrure, dove il sertissage si interrompe in corrispondenza della linea mediana sulla quale si posiziona la corona; decisamente classica la finitura del quadrante, con il motivo guilloché soleil che fa da base ai grandi numeri arabi, disegnati in maniera assolutamente creativa a seguire il profilo tonneau dell’orologio. Espressione di un’eleganza classica e raffinata, l’orologio è corredato di cinturino in gomma e alligatore.
All’insegna del colore gli altri esemplari fotografati in queste pagine, caratterizzati da quadranti che, pur in differenti livelli di interpretazione preziosa, riflettono una caratteristica tutt’altro che secondaria della produzione Franck Muller: la sua dimensione più creativa e giocosa, che ha toccato i suoi livelli più compiuti nella stravaganza della linea Crazy Hours, da quindici anni il volto irriverente ed esteticamente più innovativo della collezione della Maison.
Di quella creatività, spintasi a distribuire i numeri in assoluto disordine sul quadrante, qui viene evocato il gusto del colore, usato frequentemente soprattutto nelle linee femminili, in alcuni casi con scelte monocromatiche e in altri utilizzando colori diversi, quasi a dare a ciascuna ora il suo carattere personale! Assolutamente allegro e quasi ludico l’effetto finale, abbinato tuttavia ai metalli preziosi e alle gemme più esclusive. collezione della Maison.
Di quella creatività, spintasi a distribuire i numeri in assoluto disordine sul quadrante, qui viene evocato il gusto del colore, usato frequentemente soprattutto nelle linee femminili, in alcuni casi con scelte monocromatiche e in altri utilizzando colori diversi, quasi a dare a ciascuna ora il suo carattere personale! Assolutamente allegro e quasi ludico l’effetto finale, abbinato tuttavia ai metalli preziosi e alle gemme più esclusive.
Spicca, in tal senso, il preziosissimo esemplare in oro bianco con cassa e quadrante a pavé di diamanti, mentre esprime eleganza e leggerezza l’orologio in oro rosa senza diamanti che, come il modello citato in precedenza, mette in evidenza l’accurato lavoro di decorazione del quadrante.
A sottolineare il carattere dei due esemplari con le ore colorate le delicate tonalità pastello dei cinturini, che esaltano la femminilità dell’intera linea.

Vuoi leggere altri articoli? Abbonati a Orologi.it!

ACQUISTA ONLINE LA RIVISTA