L’architettura del tempo raccontata da Gaetano Pesce in un originale orologio – opera d’arte presentato in anteprima a Padova in occasione della mostra Il Tempo Multidisciplinare Padova, 22 Maggio 2018.

“Il tempo è personale, quello che quando si perde non si ritrova mai più” – racconta l’Architetto Pesce – in un faccia a faccia tra sé ed il suo personalissimo concetto di tempo, tema di studio e riflessione per l’artista da molti anni, già spunto e titolo di sue opere e mostre. Il tempo non è semplicemente un fattore che si ripete ogni 24 ore, è unico, irripetibile così come ciascuno essere umano è simile ma mai uguale all’altro.

Dalla combinazione tra l’estro creativo ed il pensiero artistico di Gaetano Pesce e la visione imprenditoriale innovativa e di avanguardia sperimentale di Massimo Carraro, presidente di Morellato, nasce l’idea di raccontare attraverso un oggetto reale e tangibile come un orologio, l’inedita concezione del tempo dell’Architetto Pesce. Dopo anni di ricerca e di studio rappresentati da Pesce attraverso bozzetti e disegni originali, nasce l’orologio mytime: un’opera autentica, creata dall’artista Italiano per Morellato e realizzata in 100 esemplari numerati.

Uno strumento che misura il tempo che scorre e che non tornerà mai più indietro, quel tempo personale di ognuno, che è irripetibile e a cui si affianca uno più generale, una sorta di gemello che guarda avanti, poiché il tempo nel suo scorrere è sempre futuro. “Sin dal primo incontro con Gaetano Pesce, designer e artista straordinario, tra i massimi esponenti della creatività italiana nel mondo, ho fortemente desiderato la realizzazione di un progetto insieme”- afferma Massimo Carraro – presidente di Morellato. “mytime” – prosegue Carraro – “ha saputo perfettamente esprimere l’originale idea di tempo dell’Architetto, attraverso uno strumento innovativo, consentendoci di esprimere la nostra vocazione alla sperimentazione che guarda sempre al nuovo e al futuro con passione ed ottimismo”. “Sono felice di presentare questa opera a Padova dove ho trascorso gli anni del liceo” – afferma Gaetano Pesce – “una città straordinaria, ricca di qualità culturali ed artistiche e che mi auguro possa essere sempre più conosciuta anche a livello internazionale. Spero che l’orologio realizzato con Morellato e qui presentato” – continua Pesce – “sia un altro valore ad essa riconducibile e che di lei faccia parlare”.

L’opera si presenta con un corpo centrale, una cassa tonda, liscia al tatto, a cui si uniscono tre diverse casse che rappresentano la testa di un uomo, di una donna e di un bambino. Ciascun elemento va a comporre e a dar vita all’orologio mytime, realizzato con movimenti sviluppati da Morellato. Inserendo la data di nascita o di un qualsiasi altro evento importante della vita, il dial centrale riporta il tempo trascorso dalla data prescelta, fino ad un massimo di 90 anni, che viene indicato da una lancetta digitale. Le teste dell’uomo e della donna, che danno forma a casse digitali, riportano il giorno e il mese corrente, funzionando quindi da calendario.

Il segnatempo analogico che indica l’orario, è racchiuso invece nella cassa più piccola, che assume la forma della testa di un bambino e rappresenta per l’artista il tema del futuro. Il fondello, personalizzato con la firma di Gaetano Pesce, il titolo dell’opera ed il logo del brand, riporta la numerazione di ciascun esemplare da 1 a 100. La creatività e l’arte di Gaetano Pesce si ritrovano anche sul cinturino, acceso da quei colori molto cari all’artista come il rosso, il giallo, il verde ed il blu, che disegnano la parola tempo in stile pop. La prestigiosa signature dell’architetto è presente anche all’interno del cinturino.

L’orologio mytime è presentato in anteprima in occasione dell’inaugurazione della mostra antologica organizzata dal Comune di Padova: Il Tempo Multidisciplinare di Gaetano Pesce, Padova – Palazzo della Ragione, 22 maggio 2018. La mostra sarà aperta al pubblico dal 23 maggio al 23 settembre 2018.