Reinterpretazione in chiave contemporanea di un classico della Maison, questo orologio firmato Girard-Perregaux sfoggia ora un nuovo volto dove lo stile sobrio e dinamico si sposa con funzioni utili come datario e fasi lunari.

Blu come la terra. Nero come il cosmo. Nel 2019, Girard-Perregaux intesse un dialogo simbolico con l’universo che in estate prenderà una svolta poetica grazie al 1966 Blue Moon.

Colori dell’atmosfera

L’esosfera è lo strato più esterno dell’atmosfera terrestre e il suo nero quasi si confonde, sfumando verso lo spazio interplanetario. Come al confine con il vuoto, il nero predomina in questo classico rivisitato.
La cassa in acciaio micropallinato e trattato DLC nero, unita al bracciale integrato in alligatore a effetto caucciù nero opaco, sublimato da un’elegante impuntura blu, sono emblematici della notte.

E nel bel mezzo della notte splende la luce. L’acqua copre il 70% della superficie terrestre e si riflette nell’atmosfera. Analogamente, il blu profondo che impreziosisce il quadrante delicatamente bombato riecheggia la sagoma del globo terrestre. Insieme, questi elementi danno vita a un dinamismo terrestre cromatico di una straordinaria modernità.

La natura trascende in una dimensione astronomica

Inconfondibile con il suo gioco di tonalità blu e nere, questo orologio senza tempo si mostra oggi sfoggiando un volto tutto nuovo.

Ore, minuti, secondi centrali, un indicatore della data con lancetta a ore 6 impreziosito da un tocco di rosso al 31° giorno, a semplificarne la lettura e facilitare la regolazione, oltre alla visualizzazione delle fasi lunari, al centro del datario, di un’eleganza intramontabile: ecco i tratti distintivi del 1966 Blue Moon, un orologio che rivela nel corso dell’anno i volti mutevoli dell’astro notturno.
Il tempo è scandito da lancette bombate a foglia e indici a bastone, creando un insieme dalle dimensioni contemporanee (40 mm), senza rinunciare alle tendenze effimere.

Esteta dell’invisibile

Dalla progettazione alle finiture a mano dei dettagli, il 1966 Blue Moon è oggetto di attenzioni minuziose. In linea con la sua lunga tradizione, la Manifattura Girard-Perregaux ha scelto di montare su questo modello il calibro GP3300-0115, caratterizzato da affidabilità consolidata e una raffinatezza unica, con i suoi 276 componenti e le sei finiture diverse realizzate dai mastri orologiai.

La platina e i ponti, minuziosamente perlati, rifiniti ad anglage, incisi e lucidati a specchio, le viti azzurrate e la massa oscillante decorata a Côtes de Genève si intravedono dal fondello in vetro zaffiro antiriflesso metallizzato. Il 1966 Blue Moon vanta una riserva di carica di almeno 46 ore ed è impermeabile fino a 3 ATM, vale a dire 30 metri.

Specifiche tecniche

1966 Blue Moon
Referenza: 49545-11-432-BH6A

Cassa
Materiale: acciaio, trattamento DLC nero, micropallinato Diametro: 40 mm
Vetro: vetro zaffiro con trattamento antiriflesso Quadrante: blu sfumato
Indici: tipo “a bastone”
Lancette: tipo “a foglia”
Fondello: vetro zaffiro metallizzato Impermeabile fino a: 30 metri (3 ATM)

Movimento
Referenza: GP03300-0115
Carica: automatica
Funzioni: ore, minuti, secondi centrali, data e indicatore delle fasi lunari Riserva di marcia: minimo 46 ore
Numero di componenti: 276 di cui 27 pietre
Frequenza: 28.800 alternanze/ora – (4 Hz)
Diametro: 25,60 mm (111/2’’’)
Spessore: 4,80 mm

Cinturino
Materiale: alligatore a effetto caucciù in colore nero opaco (esterno) e blu opaco (interno), impunture blu Fibbia: acciaio, trattamento DLC nero