Foto di Studio Immagineria

Quella del Laureato, dopo il suo inaspettato “ritorno” nel 2016: moltissimi modelli che si differenziano per l’ampia scelta di funzioni, dimensioni e materiali, nonché per la scheletratura di alcuni movimenti di manifattura.

La lunga storia della Maison di La Chaux-de-Fonds, iniziata nel 1791 e recentemente confluita nella holding internazionale del lusso “Kering”, è costellata di successi, premi e più di 80 brevetti registrati, oltre naturalmente a una nutrita serie di orologi importanti tra i quali spicca il Tourbillon su Tre Ponti d’Oro presentato nel 1889 all’Esposizione Universale di Parigi.

Icona più recente, databile alla metà degli anni Settanta del Novecento, è invece il Laureato, un vero e proprio “evergreen” nonostante il design geometrico basato sulla contrapposizione di linee curve e angolate sia improntato sui codici estetici dell’epoca; un design che prevede una cassa sottile con anse integrate – usualmente abbinata a un bracciale sportivo e a un quadrante con motivo “Clous de Paris” – dalla quale sporge una lunetta ottagonale satinata poggiata su una base rotonda lucida.

Il segnatempo, in occasione del 225° anniversario della Girard-Perregaux, è stato rilanciato nel 2016 in un’esclusiva edizione limitata alla quale sono poi seguite, nel 2017 e nell’anno in corso, moltissime referenze destinate a un’ampia fascia di pubblico grazie alla vasta offerta di funzioni – che prevedono anche complicazioni di alta orologeria -, materiali – oro rosa e bianco, acciaio, acciaio e oro, titanio, nonché la ceramica di recente introduzione – e dimensioni – dai modelli al quarzo da 34 millimetri di diametro agli esemplari meccanici da 38, 42 e 45 millimetri -.

Tra le numerose referenze, anche il Laureato Squelette: e colpisce sempre, con questo tipo di orologi, il perfetto equilibrio di pieni e di vuoti, con lo sguardo che si perde nell’interno ramificato della cassa, tra gli ingranaggi stilizzati del movimento svelato in ogni sua concatenazione.

Vuoi continuare a leggere l’articolo GIRARD-PERREGAUX LAUREATO: UNA GRANDE FAMIGLIA?Abbonati a Orologi.it!
ACQUISTA ONLINE LA TUA COPIA DIGITALE DELLA RIVISTA