Foto di Studio Immagineria

Un’architettura contemporanea e un design tridimensionale sono le prime chiavi di lettura dell’orologio Neo-Bridges, il cui quadrante-movimento ci regala un’audace e profonda visione scenografica della meccanica orologiera secondo Girard-Perregaux. Su orologi.it un approfondimento sull’orologio e sulla tecnica del calibro automatico GP08400-0001, che vanta tra le sue caratteristiche distintive un bilanciere di grandi dimensioni, l’allineamento sullo stesso asse di bariletto e micro-rotore e infine i ponti con trattamento PVD nero, autentica firma stilistica della Manifattura di La Chaux-de-Fonds.

Lo stile architettonico che caratterizza le creazioni di Girard-Perregaux fin dal 19° secolo ritorna nell’orologio Neo-Bridges con un carattere spiccatamente contemporaneo, decisamente proiettato verso il futuro. E’ il punto d’incontro, in qualche modo, tra l’importante passato della Maison di La-Chaux-de-Fonds e il suo presente: il primo, ossia il passato, è quello che trova le sue origini più lontane addirittura alla fine del diciottesimo secolo, come è costantemente sottolineato dalla dicitura “since 1791” che appare sulle casse, sui quadranti e sui movimenti di molti orologi Girard-Perregaux; l’altro, ovvero il presente, è quello di un importante brand di alta orologeria appartenente al Gruppo Kering, leader mondiale nel settore del lusso.

A segnare le tappe più importanti di questa lunghissima storia oltre 80 brevetti registrati e importanti riconoscimenti internazionali, dalla storica medaglia d’oro ottenuta da Constant Girard-Perregaux all’Esposizione Universale di Parigi nel 1889 per il suo celebre Tourbillon con Tre Ponti d’Oro fino all’Aiguille d’Or del Grand Prix d’Horlogerie di Ginevra del 2013 per il rivoluzionario orologio con Scappamento Costante L.M., che rappresenta uno dei capolavori indiscussi dell’orologeria contemporanea. Apparentemente lontane, queste creazioni sono accomunate da una comune ricerca fatta di design e gusto architettonico, oltre che di meccanica orologiera in senso proprio.

Vuoi continuare a leggere l’articolo GIRARD-PERREGAUX: NEO-BRIDGES LA MECCANICA DEL FUTURO?Abbonati a Orologi.it!
ACQUISTA ONLINE LA TUA COPIA DIGITALE DELLA RIVISTA