Foto di Studio Immagineria

Arceau Chrono Titane è un nuovo tassello tecnologico della ricca storia della collezione Arceau di Hermès. Adotta il titanio, Ti 99%, materiale leggero e resistente, mantenendo inalterate le caratteristiche estetiche del celebre modello: le anse a staffa che richiamano la tradizione equestre di Hermès, le cifre arabe “danzanti” che sembrano accompagnare il moto delle lancette, l’eleganza rétro della lunetta bombata, dei pulsanti e della corona. Arceau Chrono Titane – 41 millimetri – monta un movimento automatico Swiss Made con tre contatori più la data. Ha il vetro zaffiro antiriflesso ed è disponibile con due cinturini: in vitello Barénia naturale oppure in vitello Barénia nero lavorato a rilievo. Entrambi i cinturini presentano accurate cuciture selleria e hanno la fibbia pieghevole in titanio. Maggiori informazioni su orologi.it.

Disegnato nel 1978 da Henry d’Origny, prolifico e poliedrico Direttore Artistico di Hermès, Arceau è un modello la cui struttura semplice e chic si presta da sempre al gioco stimolante della creazione. Le anse asimmetriche e la fibbia che ricordano le staffe equestri, le cifre inclinate che sembrano seguire per gioco il moto delle lancette, il cinturino in cuoio Barénia con le cuciture a punto sellaio mostrano che la bellezza risiede nei dettagli più che in eclatanti esercitazioni stilistiche. L’ispirazione equestre della Casa è discreta ma ben evidenziata in Arceau e si coniuga con una robustezza e una leggerezza che lo rendono affidabile e confortevole al polso.

La nascita di Arceau coincide con la fondazione della società La Montre Hermès SA, a Biel, in Svizzera. Un cambio importante di strategia per la Maison parigina che, a partire dal suo ingresso nel mondo dell’orologeria nel 1912, aveva progettato i propri quadranti facendo realizzare i movimenti meccanici da collaudate manifatture elvetiche come Jaeger-LeCoultre, Vacheron Constantin, Audemars Piguet e Baume & Mercier. Jean-Louis Dumas, succeduto nel 1978 al padre nella guida dell’azienda familiare, voleva attrarre un pubblico giovane, offrire prezzi più contenuti e realizzare una modellistica, per lo più al quarzo, che portasse impressi i caratteri peculiari dello stile Hermès.

Vuoi continuare a leggere l’articolo HERMÈS ARCEAU CHRONO TITANE?Abbonati a Orologi.it!
ACQUISTA ONLINE LA TUA COPIA DIGITALE DELLA RIVISTA