Foto di Studio Immagineria

Declinato nei nuovi, originali orologi firmati Hermès.

Simbolo di creatività e di lusso, la Casa Hermès può vantare una lunga storia iniziata oltre un secolo e mezzo fa. Nel lontano 1837 Thierry Hermès, di professione sellaio, aprì a Parigi una piccola bottega che realizzava bardature e finimenti per cavalli.

Di lì a qualche anno il nipote, Émile Maurice, che nel frattempo aveva preso in mano le redini dell’azienda, decise di trasferire l’attività in una palazzina al 24 di Rue du Faubourg Saint-Honoré, ancora oggi sede della Casa. È proprio in questo periodo che la produzione firmata Hermès cominciò a farsi conoscere e apprezzare anche grazie al fatto che si cominciarono a realizzare altre creazioni di pelletteria, come borse e cinture, a cui si affiancarono collezioni di gioielli.

Il successo di questa nuova produzione, che traeva sempre ispirazione dal mondo equestre, era principalmente dovuto alla sua grande originalità. Ne è un esempio la mitica borsa “sac à courroie pour dames”, di forma trapezoidale, dotata di un fondo rigido e di un sistema di chiusura a cinghie con serratura per chiuderla a chiave.

Vuoi continuare a leggere questo articolo? Acquista subito online la tua copia digitale della rivista!