Per la casa svizzera che ha scelto di creare due straordinarie collezioni di orologi in collaborazione con l’artista francese Richard Orlinski e con la prestigiosa azienda Berluti.

Hublot, in collaborazione con l’artista francese Richard
Orlinski, ha dato vita alla collezione Classic Fusion Aerofusion Chronograph Orlinski, una linea di orologi dall’estetica originale, caratterizzata da un’alternarsi di spigoli e di superfici lucide e satinate che regalano intensi riflessi di luce. Il risultato? La prima opera d’arte che indica l’ora. E questo grazie a un design totalmente innovativo, dove pieghe, angoli e sfaccettature si riverberano dalla cassa alla lunetta, dai pulsanti alle lancette.
Una creazione originale dalle linee tridimensionali, cosa che ha reso necessaria la totale riprogettazione della struttura della cassa.
La fusione tra l’universo di Hublot e quello di Richard Orlinsky ha dato dunque degli esiti eccezionali, anche per la capacità dello scultore di immaginare un segnatempo al confine tra gusto vintage e neo-futurismo, in sintonia con le sue opere ispirate al movimento della Pop-Art.
Il modello in versione King Gold 18 K, prodotto in edizione limitata a 200 esemplari, presenta una cassa lucida, con diametro di 45 millimetri e spessore di 13,4 millimetri, dall’estetica di forte impatto, sul cui profilo sono alloggiati la corona scanalata e i pulsanti per la gestione delle funzioni cronografiche: è sormontata da una lunetta satinata con 6 viti in titanio a forma di H. Il quadrante, scheletrato e protetto da un vetro zaffiro, ospita indici applicati e lancette placcate in oro, compresi la sfera ad ago per i secondi crono con contrappeso a forma di H stilizzata e il perimetro dei contatori per i secondi continui al 3 e per i minuti cronografici fino a 30 al 9, mentre il datario è in corrispondenza del 6. Questo esemplare monta il calibro automatico HUB1155, visibile attraverso il fondello in vetro zaffiro con trattamento antiriflesso, con 207 componenti, tra i quali 60 rubini, e 42 ore di autonomia di marcia. Con un’impermeabilità garantita fino a 5 atmosfere di pressione, l’orologio è abbinato a un cinturino nero in caucciù chiuso da una fibbia déployante. Sempre prodotto in edizione limitata a 200 pezzi, il Classic Fusion Aerofusion Chronograph Orlinski All Black ha la caratteristica cassa lucida dal design sfaccettato realizzata in ceramica nera, così come la lunetta satinata, e sul quadrante sono ospitate lancette e indici rodiati. Anche questo esemplare è animato dal movimento automatico calibro HUB1155 ed è accompagnato da un cinturino nero in caucciù con fibbia déployante. Passiamo ai modelli più preziosi della collezione, perché arricchiti da diamanti Top Wesselton incastonati sulle casse. Il Classic Fusion Aerofusion Chronograph Orlinski Titanium Pavé presenta una cassa realizzata in titanio con applicati 248 diamanti, per 2,15 carati, e una lunetta con 156 diamanti, per 0,81 carati, mentre il modello Titanium Alternative Pavé, ha i diamanti su alcune parti della cassa, per un totale di 312 pietre, pari a 2,04 carati.
Presentiamo in queste pagine anche i nuovi modelli della linea Classic Fusion Berluti, che sono stati realizzati da Hublot in collaborazione con la prestigiosa azienda Berluti, specializzata in abiti su misura e calzature: sono proposti con i quadranti e i cinturini in pelle, ma non una pelle qualunque, bensì quella della famosa qualità Venezia realizzata da Olga Berluti, discendente di Alessandro che, nel 1895, aveva fondato la Maison a Parigi. Anche se i due brand operano in settori diversi, ma sempre nell’universo del lusso, la loro partnership ha portato a risultati eccezionali, come dimostrano i segnatempo della collezione, orologi in grado di coniugare alla perfezione la tradizione artigianale con design e tecnologie all’avanguardia. Le possibilità offerte dalla competenza sartoriale della Casa Berluti e quella di Hublot per quanto riguarda la selezione e l’utilizzo dei materiali sono, infatti, praticamente infinite: la pelle di vitello Venezia Scritto, fiore all’occhiello della produzione aziendale, è incisa con lettere ispirate alla grafia del XVIII secolo; a questo si aggiungono un’esclusiva conciatura minerale e vegetale e una patina di colore realizzata a mano a base di oli essenziali e di pigmenti che danno vita a delle sfumature di colore decise e originali, quali il vinaccia, un bordeaux molto intenso, e il blu nella tonalità oceano.
Come dicevamo, dalla lavorazione, al taglio e all’assemblaggio, ogni pezzo di pelle segue lo stesso rituale di concia minerale e vegetale previsto per le scarpe Berluti per renderla inalterabile e protetta contro ogni ossidazione. Affiancano questi pregiati materiali due metalli scolpiti da Hublot: il King Gold – la lega sviluppata in-house dalla Manifattura di Nyon – e il titanio ad altissima resistenza.
Un’ulteriore sfida è stata quella di utilizzare una materia viva nella cassa impermeabile di un orologio e, grazie a un processo complesso e delicato, l’umidità contenuta naturalmente nella pelle viene neutralizzata, permettendo di incapsulare la Venezia Scritto nello zaffiro.
Il Classic Fusion Chronograph Berluti Scritto Bordeaux, in versione King Gold 18 K e prodotto in edizione limitata a 100 esemplari, ha la cassa nella doppia finitura lucida e satinata con diametro di 45 millimetri e spessore di 13,4 millimetri, fondello in vetro zaffiro con movimento a vista e corona scanalata e personalizzata posta tra i due pulsanti per l’azionamento del cronografo.
La lunetta, con le caratteristiche viti a forma di H, circonda il quadrante, protetto da un vetro zaffiro con trattamento antiriflesso, in pelle Berluti Venezia patinata bordeaux, con decorazione Scritto e indici, logo e diciture Automatic e Swiss Made realizzati a sbalzo; le informazioni temporali sono affidate a lancette per ore e minuti, alla sfera ad ago per i secondi crono, con contrappeso a forma di logo, e a due quadrantini che indicano, rispettivamente, al 3 i secondi continui e al 9 i minuti fino a 30.
Questo esemplare monta il calibro automatico HUB1143, con 280 componenti, tra i quali 59 rubini,
28.800 alternanze orarie e riserva di carica di 42 ore. Riprende il colore del quadrante il cinturino realizzato in caucciù nero e pelle Berluti Venezia patinata bordeaux con decorazione Scritto e chiuso da una fibbia déployante. Medesime caratteristiche tecniche e stesse misure per il Classic Fusion Chronograph Berluti Scritto Ocean Blue con la cassa in titanio lucida e satinata e realizzato in edizione limitata a 250 esemplari.

Vuoi leggere tutti gli articoli? Abbonati a Orologi.it!

ACQUISTA ONLINE LA RIVISTA