Sul mercato degli orologi ibridi si affaccia Impera, un nuovo marchio svizzero che nella sua collezione di esordio ha saputo ben conciliare l’intramontabile stile classico con le moderne funzionalità di uno smartwatch.

E’ l’antica Roma la fonte di ispirazione della linea Spartacus Hybrid, sei modelli, con cassa tonda di 42 millimetri di diametro, disponibili in oro giallo, oro rosa o acciaio.

Gli orologi sono corredati di cinturino in alligatore o in vitello, di colore blu, nero o marrone, chiuso da una fibbia déployante dello stesso materiale della cassa.
Il blu e il bianco sono le tonalità scelte per l’elegante quadrante, protetto da un vetro zaffiro, sul quale risaltano l’indicazione della riserva di carica tra il 7 e l’8 e la finestrella delle fasi lunari al 4.

Non mancano particolari evocativi dell’Impero Romano quali i numeri romani ai quarti, la lavorazione a gradini del réhaut ispirata agli spalti del Colosseo e la forma delle lancette di ore e minuti che ricorda la famosa spada dei gladiatori.

L’orologio si connette allo smartphone tramite Bluetooth e azionando i tre pulsanti sulla carrure si accede alle diverse funzioni che permettono il monitoraggio dell’attività giornaliera, del sonno e di effettuare pagamenti con sistema contactless e l’impostazione dell’allarme. Con una leggera vibrazione, e la comparsa di piccole icone sulla finestra delle fasi lunari, l’orologio segnala l’arrivo sullo smartphone di messaggi, di telefonate e di notifiche social. Una funzione interessante per i viaggiatori è l’aggiornamento automatico dell’ora sulla base del fuso orario dello smartphone a cui è abbinato.

Ricaricabili in soli 30 minuti tramite il dispositivo wireless dato in dotazione, gli orologi Spartacus hanno un’autonomia di carica fino a due anni.

Il prezzo varia dai 3.090,00 ai 9.950,00 franchi svizzeri secondo le versioni.