D. Prima di tutto le chiedo di raccontarci la sua storia professionale.
R. La mia esperienza nel campo della gioielleria e dell’orologeria ha inizio nel 1989, tanti anni fa, in un piccolo negozio nel centro di Perugia. Essendo gemmologa, il mio intento principale è stato da sempre quello di creare gioielli unici, non solo per la forma ma anche per l’utilizzo di materiali e pietre. Alla base del mio lavoro, oltre alla passione e alla dedizione, vi è sempre stata la ricerca di pietre e idee innovative andando alle fiere nazionali e internazionali, riuscendo a realizzare gioielli fuori dagli schemi e spesso alternativi. Il mio sogno era quello di lavorare in un negozio più grande e centrale così da poter avere una maggiore visibilità. Nel 2001 ho visto concretizzarsi il mio sogno e nel 2011 ho avuto la possibilità di rilevare questa importante attività grazie ai miei tanti sacrifici. Un grande ringraziamento va a tutti i collaboratori che in tutti questi anni hanno reso possibile la crescita di questa azienda.

Stando alle informazioni raccolte, Pagana Atelier Perugia nasce nella metà del secolo scorso, lo conferma?
Confermo. La gioielleria Pagana Atelier Perugia nasce nel 1946 e il suo fondatore fu Pittagolo Pagana.

Viene spontaneo, quindi, chiedersi, vista la sua giovanissima età, chi la ha preceduta nel ruolo che ricopre attualmente.
Nel corso degli anni si sono susseguiti i nipoti di Pittagolo Pagana, fino a quando è stata rilevata da me nel 2011.

Quali sono i marchi di orologeria in vendita presso il suo negozio?
Per quanto riguarda l’orologeria i marchi in vendita presso il mio negozio sono Breguet, ed è per me un orgoglio averlo non solo per il prestigio ma anche per le grandi soddisfazioni che ci ha dato nel tempo, Frank Muller, Longines, e altri ancora.

Vuoi continuare a leggere l’articolo INCONTRI: NADIA BELIA TITOLARE PAGANA ATELIER PERUGIA?Abbonati a Orologi.it!
ACQUISTA ONLINE LA TUA COPIA DIGITALE DELLA RIVISTA