Che si devono a Pierre Arpels, ideatore di un orologio eccezionale ed estremamente raffinato grazie a soluzioni estetiche molto originali.

“In queste pagine vi presentiamo la nuova collezione di orologi firmata da Van Cleef & Arpels e dedicata a Pierre, uno dei tre fratelli Arpels, nato nel 1919, il più estroverso e il più creativo. È lui, infatti, che esamina i disegni dei gioielli che provengono dagli atelier, che propone nuove soluzioni estetiche e che orienta la produzione dei suoi gioiellieri e dei suoi orologiai. Tra le tante idee, gli viene quella di realizzare un orologio particolare, caratterizzato da una cassa tonda extra piatta, da un attacco molto sottile al cinturino e da un quadrante bianco con numeri romani dalla grafica raffinata ed essenziale. Immagina dunque, per la cassa, un cerchio perfetto, ottenuto grazie alla scomparsa delle due anse laterali che vengono sostituite da un unico elemento di fissaggio messo in posizione centrale e dallo spessore molto sottile. Anche il profilo ridotto della carrure ha una sua ragione: questo modello, infatti, era pensato per essere indossato sotto al polsino della camicia senza provocare pieghe sul tessuto, proprio come lo portava Pierre Arpels, agganciato al polso destro. Dopo averne prodotto qualche esemplare nel 1949, uno per sé – da cui non si separava mai – e uno per gli amici più intimi, l’orologio viene messo in produzione nel 1971. Dopo ben 70 anni dalla nascita, questo esemplare è diventato un’icona del marchio e oggi Van Cleef & Arpels ne propone una straordinaria rivisitazione. A cominciare dal Pierre Arpels Heure d’ici & Heure d’ailleurs, un orologio a regolatore che indica il tempo in due posizioni distinte, una per le ore e una per i minuti. In questo caso, come suggerisce anche il nome, si aggiunge l’ora del secondo fuso orario. Dedicato ai polsi maschili, questo esemplare propone un’estetica sobria e raffinata espressa nella iconica cassa sottile, del diametro di 42 millimetri, realizzata in oro bianco e agganciata al cinturino da due attacchi centrali, uno per ogni lato. Sul profilo, anch’esso snello e lineare, spicca la corona scanalata e impreziosita da un diamante tondo. Una lunetta leggermente inclinata fa da cornice al quadrante laccato bianco, decorato con motivo piqué, dove sono alloggiati, a sinistra, i due quadrantini delle ore saltanti e il binario dei minuti retrogradi, e, a destra, la scritta in azzurro “Heure d’ici & Heure d’ailleurs”. Un vetro zaffiro posto sul …

Vuoi leggere tutto l’articolo? Abbonati a Orologi.it!

ACQUISTA ONLINE LA RIVISTA