Lady Marie-Olga Charriol, un orologio gioiello che si ispira alla moglie del fondatore del marchio ma che rappresenta soprattutto un omaggio alla femminilità contemporanea.

Si dice che la prima volta che ha incontrato suo marito Maria-Olga indossasse proprio un orologio Charriol. Un incontro che è diventato un rapporto duraturo e un sodalizio artistico dal quale sono scaturiti modelli originali e iconici che incarnano i valori fondamentali di questa azienda indipendente a conduzione familiare. Ex modella e attrice – ha ricevuto anche un David di Donatello per la recitazione – Maria-Olga è una professionista della comunicazione, che ha studiato a Parigi, ed è Responsabile delle Relazioni Pubbliche e degli Eventi del brand. Il suo approccio al lavoro è tenace e intenso: promuove iniziative di beneficenza, sostiene cause importanti per la salute delle donne e collabora con Enti che incoraggiano i giovani talenti maschili e femminili del cinema francese. Una donna che ama lo sport e ne apprezza i valori: appassionata di equitazione, ha ideato la Charriol Ladies Polo Cup, un match di polo che premia il coraggio, la tenacia e l’eleganza femminile.
La passione per l’orologeria e per il mondo equestre convivono nel Lady Marie-Olga, nella sua cassa ovale e asimmetrica connessa al cinturino da un elegante gancio a ferro di cavallo. Un orologio studiato nei minimi dettagli, a partire dalle grandi cifre arabe che con le loro volute evocano la linea slanciata dei purosangue e spiccano sul fondale in madreperla incastonato di diamanti; e ancora: la lunetta asimmetrica, liscia o diamantata, che termina in alto con un’ansa dotata di un meccanismo occulto di sgancio mentre in basso si articola con la staffa equestre dalla morbida curva. Il cinturino poi, un vero caposaldo della produzione Charriol, incarna il simbolico legame di tutte le collezioni: un cavo di acciaio composto di 16 fili ritorti, di 1 millimetro ciascuno …

Vuoi leggere la versione integrale dell’articolo? Abbonati a Orologi.it!

ACQUISTA ONLINE LA RIVISTA