Finalmente la prima Legacy Machine concepita e realizzata dal laboratorio concettuale di MB&F per il pubblico femminile! Una novità affascinante e sorprendente, che arriva a 14 anni di distanza dall’esordio del brand nel panorama dell’alta orologeria contemporanea, capace di rendere omaggio alle donne con una riuscita sinergia di tecnica e gusto del prezioso.

Dopo aver esplorato lo spazio, il cielo, la strada e l’acqua con le sue anticonvenzionali Horological Machine, e dopo aver reinterpretato la migliore tradizione orologiera del 19° secolo con le sue raffinate Legacy Machine prodotte a partire dal 2011, Maximilian Büsser guarda al mondo femminile e qui trova l’ispirazione giusta per la sua più recente straordinaria avventura orologiera. E’ la Legacy Machine FlyingT, la prima creazione del laboratorio concettuale MB&F pensata e dedicata alle donne. E anche questa volta, come per il passato, la spinta creativa viene dalla vita e dalle passioni di Max Büsser, come lui stesso racconta: «Ho creato MB&F per fare ciò in cui credo: realizzare opere d’arte cinetica, dalla scultorea tridimensionalità in grado di scandire il tempo. Creavo per me stesso ed è grazie a questo approccio che è stato possibile realizzare negli anni tutti questi folli e audaci gioielli di orologeria. Ma a un certo punto, ho voluto creare qualcosa per le donne della mia famiglia. La loro presenza ha esercitato un’influenza costante nella mia vita, così ho lanciato una sfida a me stesso: creare qualcosa per loro». Difficile scomporre, per così dire, il risultato finale e ritrovare nella nuova Legacy Machine FlyingT la “somma” delle personalità femminili che l’hanno ispirata. Quel che è certo è che ci troviamo di fronte, ancora una volta, a un’originale scultura meccanica tridimensionale e a una forma di orologeria assolutamente unica, nel cui percorso creativo una sola opzione è stata bandita fin dall’inizio, come sottolinea ancora Max Büsser: «L’ultima cosa che volevo fare era prendere un segnatempo da uomo, ridimensionarlo, applicargli un colore diverso e definirlo un orologio da donna». Le immagini che corredano queste pagine rappresentano probabilmente la migliore narrazione di questo approccio creativo, come sempre basato su tre momenti fondamentali: il concept originale di Max Büsser, il design di Eric Giroud e lo sviluppo meccanico del team tecnico aziendale. Un percorso complesso che nel caso della Legacy Machine FlyingT è durato circa 4 anni e che si è focalizzato su due elementi principali: la purezza e l’eleganza delle linee, del resto condivise con gli altri modelli della collezione, unite all’energia e alla vitalità tipica dell’universo femminile, qui espresse simbolicamente dal tourbillon volante posto a mo’ di colonna in posizione centrale sul quadrante. E’ il cuore pulsante del calibro automatico che governa la Legacy Machine FlyingT, sviluppato in-house da MB&F, con una frequenza del bilanciere pari a 18.000 alternanze orarie, una riserva di carica di 100 ore, circa 4 giorni, 280 componenti tra i quali 30 rubini.

Anche in questo caso, prima ancora delle parole …

Vuoi leggere l’articolo nella versione integrale?Abbonati a Orologi.it!

ACQUISTA ONLINE LA RIVISTA