Ovvero, un modello femminile al quarzo in 3 misure, con diamanti sul quadrante personalizzato dal fiore monogram, e un cronografo automatico maschile
di misura unica: per tutti, aspetto “dark” illuminato da dettagli di tonalità oro rosa; per il solo cronografo, inserti in oro rosa sulla cassa.

Nome di spicco fra i marchi di lusso che fanno capo alla multinazionale francese LVMH-Moët Hennessy Louis Vuitton SA, nata nel 1987, il brand Louis Vuitton vanta oltre 160 anni di storia, essendo stato fondato nel 1854.

Risale invece al 1896 il lancio dell’inconfondibile Monogram da parte del figlio di Louis Vuitton, Georges, che nel 1892, dopo la morte del padre – artefice, a sua volta, dell’altrettanto celebre motivo a scacchi Damier Canvas -, prenderà le redini dell’azienda, in grande crescita grazie alla “rivoluzione dei trasporti” in atto in quel periodo storico.

E sarà proprio il Monogram a rendere immediatamente riconoscibile il marchio negli anni a venire: la texture, ispirata al design orientaleggiante di tarda epoca vittoriana, formata dalle iniziali “LV” intrecciate fra loro e accompagnate da motivi a fiore e quadrifogli beige su base marrone rimarrà pressoché immutata per circa un secolo, quando Marc Jacobs – direttore artistico nei tardi anni ‘90 – immaginerà nuove forme e nuovi colori, senza però tradirne l’essenza.

Un classico fiore Monogram impreziosisce anche i quadranti dei nuovi modelli femminili della collezione Tambour: un segnatempo, quest’ultimo, che potremmo definire “storico” in quanto ha segnato il debutto nel 2002 della divisione orologiera Louis Vuitton di La Chaux-de-Fonds.

Tornando ai nuovi modelli femminili, si tratta di 3 orologi “All Black” con dettagli “rosati”; a distinguerli uno dall’altro è il diametro delle casse, in acciaio PVD nero e impermeabili fino a 10 atmosfere di pressione, di 39,5, 34 e 28 millimetri.

L’elegante architettura si caratterizza essenzialmente per la forma perfettamente rotonda e per l’altissima e lucidissima carrure – a discapito della lunetta praticamente inesistente – dall’andamento obliquo discendente e sul cui perimetro spicca il nome inciso della Maison, mentre il fondello opaco, serrato con 6 viti e leggermente bombato, è personalizzato al centro con un vasto pattern Monogram su base grigia.

Al 3 la corona di regolazione con bordo ottagonale e logo “LV” scolpito sulla …
 
Vuoi leggere tutto l’articolo? Abbonati a Orologi.it!
 
ACQUISTA ONLINE LA RIVISTA