Come l’opera di Vasilij Kandinskij del 1908-09, la montagna e il colore blu abbinato a un misterioso tono ghiaccio sono protagonisti della nuova versione 2020 del Geosphere in titanio che celebra la sfida delle Seven Summits, considerata il sacro graal delle escursioni alpine.

di Laura Murgia

“Hero product” è la definizione ideale per l’orologio Montblanc 1858 Geosphere, che contando sullo straordinario successo ottenuto dalle prime versioni introdotte appena tre anni fa si appresta a diventare un’icona del futuro più prossimo. Nel rendere omaggio allo spirito delle esplorazioni alpine il segnatempo dichiara la sua fedele adesione alla tradizione della Casa e alla collezione Montblanc 1858, composta da esemplari sportivi di gusto vintage caratterizzati da una decisa connessione con la natura, in particolare con l’ambiente montano. Una connessione espressa in maniera fortemente simbolica già dall’emblema della Maison, la stella bianca a sei punte che rappresentano i ghiacciai del Monte Bianco, per continuare con il logo vintage degli anni Trenta dove, tra i nomi Mont e Blanc, si erge, altissima, una vetta. Quasi a seguire una narrazione in cui le idee conducono alla creazione, la montagna, la vita outdoor, l’orienteering e lo spirito di esplorazione fanno da guida alla collezione 1858, che per questa sua speciale vocazione ha adottato un progetto di stampo “militare” i cui codici estetici si ricollegano direttamente ai cronografi militari Minerva degli anni Venti e Trenta. E porta così avanti la tradizione degli oltre 160 di storia della Manifattura con segnatempo che uniscono passato e presente.

DESIGN A ELEVATO TASSO DI TECNICA

La prima versione del Geosphere lanciata nel 2017 prevedeva una cassa in acciaio abbinata a un quadrante nero, l’anno seguente, per festeggiare il 160° anniversario della Manifattura Minerva, è stata la volta di una serie celebrativa di 1.858 esemplari con cassa in bronzo e quadrante nero, nel 2019, infine, Montblanc ha introdotto una nuova edizione limitata sempre a 1.858 esemplari ma con quadrante verde kaki e cinturino in tinta che enfatizzano ulteriormente la connessione con la natura. Quest’ultima interpretazione richiama alla mente il colore intenso e rilassante delle foreste di sequoia e degli sconfinati parchi nazionali americani, e come le altre ottiene un successo straordinario andando esaurita in tre mesi per ben due volte, a conferma che la strada di rinnovamento intrapresa negli anni più recenti da Montblanc è quella giusta. Oltre a dimostrare che il bronzo, lungi dall’essere considerato un trend temporaneo, si è a tutti gli effetti affermato come materiale ideale in orologeria alla stessa stregua dell’acciaio, dell’oro, del titanio.
Con la medesima intenzione che ha ispirato le prime tre serie, per il 2020 il look del Geosphere è ancora una volta influenzato dall’ambiente montano e dal paesaggio che comprende vaste distese di neve, ghiacciai, grotte, con sfumature che il più delle volte creano caratteristici giochi di luce e di diverse tonalità. I toni prevalenti sono quelli del blu e del color ghiaccio, in un quadrante che presenta un fondo fumé unito a elementi color ghiaccio quali la scala perimetrale dei minuti e la metà degli anelli esterni che circondano i globi a ore 12 e ore 6. Il blu è un colore decisamente versatile, semplice da abbinare, e dona al segnatempo un look moderno e contemporaneo pur nel rispetto dei codici vintage tipici della collezione 1858, come la presenza di numeri …

Vuoi leggere l’articolo nella versione integrale?Abbonati a Orologi.it!

ACQUISTA ONLINE LA RIVISTA