I nuovi modelli della collezione Heritage, che fondono elegantemente i codici estetici degli anni ’40 e ’50 del Novecento con il gusto e la tecnologia contemporanei.

Attiva con la sua divisione orologiera dal 1997, ma nata come azienda produttrice di strumenti di scrittura nel 1906, Montblanc suddivide il suo impegno nel mondo delle lancette tra Villeret, nella storica sede della Manifattura Minerva – rilevata da Montblanc nel 2007 ma fondata nel lontano 1858 e specializzata in cronografi precisi al centesimo di secondo già nel 1916 – dove si progettano e si sviluppano i movimenti, e Le Locle, dove vengono assemblati gli orologi. Tra i suoi modelli più recenti, presentati allo scorso Salone di Ginevra, gli esemplari della linea Heritage ispirati come sempre ai modelli da polso firmati da Minerva negli anni ’40 e ’50 del secolo scorso e reinterpretati secondo gli standard contemporanei. È possibile comunque rintracciare i codici stilistici di quegli anni sulle casse lucide non troppo grandi – che partendo da 39 millimetri di diametro non superano i 42 -, sui quadranti ad andamento convesso sovrastati dagli ampi vetri ricurvi, sui delicati colori pastello: dall’originale salmone del cronografo Pulsograph in serie limitata a 100 esemplari protagonista di questo articolo, al caramel-fumé e al bianco-argenté che – insieme al salmone – caratterizzano gli altri orologi della collezione, più di 10 esemplari tra modelli automatici, Day-Date, GMT, cronografi e calendari perpetui in varie combinazioni di materiali, bracciali e cinturini. Questi ultimi, in particolare, assumono un singolare aspetto evanescente in virtù del trattamento “sfumato” prodotto dallo speciale laboratorio fiorentino Montblanc per la lavorazione delle pelli; cinturini in alligatore che, come detto, si alternano nella disponibilità ai tipici bracciali a maglia “milanese”. Tutti i componenti della collezione inoltre, sono impermeabili fino a 50 metri e sono sottoposti alle rigorose procedure di collaudo del Montblanc Laboratory Test 500 di Le Locle, ovvero 500 ore di controlli sia nel normale ambito quotidiano che in condizioni estreme.

Tornando all’Heritage Pulsograph Limited Edition 100 diciamo innanzitutto che si tratta di un cronografo monopulsante che, come il nome lascia intendere, trae ispirazione dai cosiddetti “orologi medicali” impiegati nel passato per controllare la regolarità dei battiti cardiaci. Alla periferia del quadrante salmone troviamo infatti, su base satinata, una particolare scala pulso- metrica in blu graduata su 30 pulsazioni, alla quale segue una scala sessagesimale le cui cifre nere e rosse precedono delle piccole boule fosforescenti. Abbiamo poi un’ampia …

Vuoi leggere l’articolo nella versione integrale?Abbonati a Orologi.it!

ACQUISTA ONLINE LA RIVISTA