D. The Swatch Group ha acquisito Harry Winston esattamente tre anni fa e da allora lei ne ha assunto la carica di CEO. Cosa è cambiato in questo periodo nelle collezioni di orologi e gioielli di Harry Winston?
R. La storia e il DNA del brand sono realmente ciò che mi ha fatto innamorare di Harry Winston, e ciò che lo distingue, oggi, dagli altri brand. Vogliamo assicurarci che Harry Winston rimanga fedele al suo heritage, a quello che la gente ama e rispetta del brand, e nello stesso tempo gli diamo le risorse delle quali necessita per crescere pienamente nelle sue potenzialità. Con l’acquisizione da parte di The Swatch Group, il nostro obiettivo non è stato quello di cambiare qualcosa all’interno di Harry Winston ma di preservare ciò che lo rende così speciale. Questa rimarrà la nostra strategia per il brand, continuando allo stesso tempo a costruire il suo futuro.

Quali sono i mercati più importanti nel mondo per Harry Winston? Ci sono stati cambiamenti al riguardo dopo il passaggio del brand a The Swatch Group?
Una delle nostre priorità per Harry Winston è portare il brand nelle città più importanti del mondo e condividere la sua incredibile storia con un pubblico nuovo. Oggi Harry Winston gestisce 33 boutique, con più location già selezionate che dovranno aprire nel corso dell’anno, inclusa la nostra prima boutique a Dusseldorf, in Germania. Continueremo, inoltre, a concentrarci sulle nostre location strategiche in Europa, Medio Oriente, Stati Uniti e Giappone, e a sviluppare la distribuzione su nuovi mercati quali l’India e i paesi asiatici.

Qual è il ruolo dell’Italia per l’orologeria e la gioielleria Harry Winston? E quali sono le linee più apprezzate nel nostro Paese?
La nostra decisione di aprire a Roma nella prestigiosa Via dei Condotti ha segnato una vera e propria pietra miliare per il brand. Non si tratta solo della nostra prima location in Italia ma anche di un passo ulteriore nel nostro impegno di radicare il brand Harry Winston nel cuore delle più importanti città del mondo, specialmente in Europa. A ogni nuova apertura abbiamo l’opportunità di portare in nuovi mercati nel mondo tradizioni di lunga data e l’eredità di un design che hanno fatto di Harry Winston uno dei più prestigiosi brand del lusso.

Quanto conta la forza di The Swatch Group, oggi, nello sviluppo dell’orologeria di Harry Winston?
Con Harry Winston c’è un grandissimo potenziale da sviluppare nella crescita del settore orologi. Sviluppando e introducendo nuovi modelli, con complicazioni sempre più sofisticate, continueremo ad avvalerci della grande forza di The Swatch Group, restando però sempre fedeli al DNA della Casa per ciò che riguarda il suo leggendario design.

Parliamo della serie Opus, eccezionale avventura creativa di Harry Winston fin dal 2001. L’ultimo capolavoro di questa serie è Opus 14, oggetto della nostra cover story. Come è nato l’orologio e quanto tempo ha richiesto la sua realizzazione?
Il concept di Opus 14 era già in produzione quando The Swatch Group acquisì Harry Winston. Quando venimmo a conoscenza del progetto ci innamorammo dell’idea e fummo assolutamente entusiasti di vedere realizzati sia il concetto che il design dell’orologio!
Dal concept alla realizzazione finale, Opus 14 è stato il risultato di oltre quattro anni di duro lavoro e di grandissima dedizione da parte dei due orologiai Franck Orny e Johnny Girardin, oltre che dei team di Harry Winston e di Swatch Group.

Ogni Opus porta con sé una storia unica, scritta prevalentemente dai suoi creatori: in questo caso, come lei ha appena ricordato, Franck Orny e Johnny Girardin. Come è stata la collaborazione con il team di Harry Winston?
La passione e l’immaginazione di questi due orologiai visionari ha permesso la realizzazione di Opus 14 in un modo che è andato oltre tutte le nostre aspettative! Come vi anticipavo, lo sviluppo di Opus 14 ha richiesto più di quattro anni e noi non avremmo potuto chiedere partner migliori con i quali compiere questo incredibile viaggio!

Ogni Opus è diverso da tutti gli altri ma ciascuno di essi è un successo: come è possibile?
Ciò che fa di Opus un successo è che il design unico di ciascun modello porta con sé una visione senza pari nel mondo dell’orologeria. Combinando l’esperienza di un brand orologiero di lusso con lo spirito creativo degli orologiai indipendenti, la serie Opus lancia una sfida a ciò che è tradizionalmente accettato nel mondo dell’orologeria di lusso, offrendo segnatempo che continuano ad ampliare i confini creativi ed esplorare nuovi modi di raccontare il tempo.

Baselworld 2016 è ormai imminente. Può svelarci qualche novità in relazione alle nuove collezioni e ai progetti futuri del brand?
Abbiamo numerosi progetti interessanti per il 2016, che non vediamo l’ora di mostrarle nel corso di Baselworld. E anche se desideriamo che i nostri progetti siano una sorpresa, ciò che posso dirle fin d’ora è che le nostre collezioni di orologi continueranno a rispettare la tradizione del brand di innovazione di lusso e creatività nel design.