Totalmente rinnovata nei suoi contenuti tecnici, nel design e nei materiali, la collezione Seamaster Planet Ocean rappresenta attualmente il volto più eloquente di una marca che porta avanti con coerenza e con grande impegno la sua migliore tradizione: quella di realizzare orologi di altissima qualità sia dal punto di vista della precisione sia relativamente alla robustezza e all’affidabilità.

Si inquadra in quest’ottica la scelta di rivolgersi al METAS, l’Istituto Federale Svizzero di Metrologia, per ottenere un’ulteriore certificazione rispetto a quella rilasciata dal COSC: rigorosissimi i controlli che, attraverso una serie di test effettuati sia sul movimento sia sull’orologio assemblato, forniscono una valutazione relativamente alla precisione media giornaliera durante e dopo l’esposizione a elevati campi magnetici, 15.000 Gauss, così come sull’impermeabilità e sulla durata della carica.

Mediamente si tratta di test più “estremi” rispetto a quelli del COSC e, soprattutto, rilasciati da un organismo governativo e totalmente indipendente: una scelta, dunque, da parte di Omega, che non ha altre ragioni al di fuori di quella di proporsi al pubblico con uno standard di assoluta eccellenza per l’industria orologiera contemporanea.

Contraddistinti dal titolo di Master Chronometer, gli orologi certificati dal METAS offrono, insomma, una garanzia ulteriore rispetto a quella del COSC e rispetto a quella fornita dal nome stesso di Omega, con la sua lunga storia e la sua tradizione negli orologi dedicati ai professionisti di tante discipline sportive.

Il primo orologio Omega Master Chronometer è stato, lo scorso anno, il Globemaster.
Ma è stato chiaro da subito che il progetto è assolutamente più ampio e prevede la certificazione METAS estesa il più possibile all’intera collezione di orologi meccanici Omega entro il 2020. Già quest’anno, dunque, in occasione di Baselworld 2016, è stato ampliato in modo significativo il numero dei nuovi Master Chronometer attraverso i nuovi Constellation Lady, lo Speedmaster con le fasi della luna, un nuovo Globemaster con calendario annuale e, come dicevamo all’inizio, con i Seamaster Planet Ocean.

Quest’ultima collezione, in particolare, è una collezione totalmente Master Chronometer: ciò significa che tutti i modelli che vi appartengono hanno superato con successo gli standard fissati dal METAS. E questo è un valore aggiunto della collezione nella sua globalità, oltre che dei modelli considerati singolarmente.

Spicca, tra i robusti esemplari Seamaster Planet Ocean, tutti impermeabili fino a 60 atmosfere – 600 metri -, il Cronografo. Lo caratterizza una cassa di 45,5 millimetri di diametro e 18,87 millimetri di spessore in acciaio e oro SednaTM 18 carati; materiali ripetuti nel bracciale, che è formato da tre file di maglie e che risulta assolutamente valorizzato dalla sua impostazione bicromatica.

Oltre all’oro SednaTM, l’innovazione relativa ai materiali riguarda anche altri elementi dell’orologio, quali il quadrante e la ghiera in ceramica blu scuro con scala di immersione in OMEGA CeragoldTM.

Parti in ceramica sono contenute anche nel corpo dei pulsanti, avvitati alla cassa come la corona.
Evidente dalle caratteristiche strutturali della cassa l’appartenenza del Seamaster Planet Ocean Chronograph alla grande famiglia dei subacquei professionali di Omega: l’orologio, che come dicevamo è garantito per un’impermeabilità pari a 60 atmosfere di pressione, è dotato della valvola per l’espulsione dell’elio, posizionata sul lato sinistro della carrure, in corrispondenza delle ore 10, e contrassegnata dalla dicitura “He”.

Due vetri in cristallo di zaffiro sono posti a protezione del quadrante e sul retro dell’orologio; il primo mostra il citato quadrante in ceramica blu – ZrO2 – con indici e lancette in oro SednaTM ricoperti di SuperLuminova a emissione differenziata – luminescenza di colore verde per la lancetta dei minuti, di colore blu per tutte le altre -, apertura per la data a ore 6, secondi continui al 9, contatore dei 60 minuti e delle 12 ore al 3; il secondo vetro zaffiro è fissato sul fondello, a vista sul prestigioso calibro Omega Co-Axial Master Chronometer 9901/9900, che ha tra le sue caratteristiche una frequenza di 28.800 alternanze orarie, una riserva di carica di 60 ore ottenuta con due bariletti montati in serie, spirale del bilanciere in silicio, ruota a colonne e, ovviamente, scappamento Co-Axial e resistenza ai campi magnetici di 15.000 Gauss, come da certificazione METAS.

Continuiamo a esplorare la collezione Seamaster Planet Ocean e le sue innovazioni con il subacqueo “semplice” della collezione. In questo caso abbiamo due misure di cassa, rispettivamente di 43,5 e 39,5 millimetri di diametro.

Il modello maschile presenta, per la prima volta, una ghiera girevole unidirezionale in ceramica e gomma; a quest’ultima, di colore arancione, spetta il compito di evidenziare i primi 15 minuti, importanti nel calcolo dei tempi di immersione; le altre indicazioni sono inoltre realizzate in Liquidmetal® per avere maggiore visibilità. In linea con i colori della ghiera è il quadrante, in ceramica nera, con indici e lancette rodiati rivestiti di SuperLuminova – come per il cronografo, il colore della luminescenza è diverso per la lancetta dei minuti, al fine di evidenziare il calcolo dei tempi di immersione sulla ghiera -, tre numeri arabi color arancio e apertura per la data al 3.

L’orologio è realizzato in titanio grado 5 e anch’esso dotato di valvola per l’espulsione dell’elio.

Ad animarlo il movimento automatico Omega Co-Axial Master Chronometer calibro 8900, con 25.200 alternanze orarie, due bariletti, 60 ore di riserva di marcia, spirale del bilanciere in silicio, scappamento coassiale.

Ha caratteristiche tecniche analoghe il modello femminile – compresa la valvola per l’elio -, per il quale Omega ha realizzato un interessante ed elegantissimo abbinamento tra l’oro SednaTM 18 carati della cassa e il marrone cioccolato del suo quadrante in ceramica nonché della ghiera, sulla quale gli indici e i numeri della scala di immersione sono realizzati mediante la tecnologia CeragoldTM.

In oro SednaTM anche gli indici e le lancette, anche in questo caso ricoperti di materiale luminescente a emissione blu e verde.
Rispetto ai suoi predecessori, questo Seamaster Planet Ocean 600M, che è anche uno dei primi modelli femminili ad avere la certificazione METAS, ha una cassa leggermente più grande – 39,5 millimetri di diametro, con uno spessore di 14,16 millimetri – che accoglie il calibro Omega Co-Axial 8801/8800 con 25.200 alternanze orarie, 55 ore di riserva di carica, spirale del bilanciere in silicio e scappamento coassiale.

Il cinturino è in pelle, con fodera in gomma e fibbia déployante.

Completa la panoramica sulla nuova collezione Seamaster Planet Ocean Master Chronometer il modello GMT, caratterizzato da un’inedita ghiera in ceramica lucida bianca e nera, in questo caso girevole bidirezionale. Oltre che interessante esteticamente, la soluzione dei colori a contrasto è ovviamente funzionale all’indicazione giorno-notte, che completa l’indicazione del doppio fuso orario sul quadrante.

Animato dal calibro Omega Co-Axial Master Chronometer 8906, con 25.200 alternanze orarie, doppio bariletto, spirale in silicio, riserva di carica di 60 ore, l’orologio si presenta con una cassa in acciaio di 43,50 millimetri di diametro e 17,04 millimetri di spessore, quadrante in ceramica nera con indici e lancette rodiate, SuperLuminova verde per i minuti e blu negli altri casi, doppio vetro zaffiro.

A suo corredo un cinturino in pelle di colore nero con fodera in gomma e fibbia déployante.