Una scelta raffinata e al tempo stesso emblematica quella del bronzo, che Panerai ha introdotto con successo nelle sue collezioni affiancando un materiale antico a quelli assolutamente all’avanguardia messi a punto nel suo laboratorio di idee all’interno della manifattura di Neuchâtel.

Che la ricerca sui materiali rappresenti uno dei temi al centro dell’interesse del Laboratorio di Idee Panerai è cosa nota, tale da rimandare immediatamente a nomi che – proprio in virtù dell’innovazione di cui sono portatori – non sempre risultano immediatamente comprensibili. Negli anni, per esempio, abbiamo imparato a riconoscere il Carbotech, un materiale composito a base di fibra di carbonio che si presenta con un colore nero e l’aspetto irregolare della superficie; ci siamo soffermati sulla ceramica, ottenuta da polvere di ossido di zirconio, o sul Composite, una ceramica sintetica ottenuta mediante un processo elettrochimico di ceramizzazione dell’alluminio; recentemente abbiamo poi scoperto il BMG-Tech, un vetro metallizzato – Bulk Metallic Glass – particolarmente robusto, resistente all’usura e leggero, esteticamente simile al titanio ma di colore più scuro, utilizzato per la cassa di uno dei nuovi Submersible della collezione 2019. Solo per la messa a punto di quest’ultimo materiale sono stati necessari 5 anni di ricerca e sviluppo, a riprova del fatto che l’orologeria moderna ha nell’innovazione tecnica uno dei suoi pilastri fondamentali e nel marchio Panerai una delle voci più rilevanti, come è logico che sia per un brand che da sempre si cimenta nella realizzazione di segnatempo creati per garantire elevate prestazioni in termini di robustezza, impermeabilità e resistenza a ogni tipo di agente esterno. Sempre da Panerai è venuta, ormai diversi anni fa, l’idea di utilizzare il bronzo per le casse dei suoi orologi; dunque un materiale “antico”, lontanissimo dai materiali supertecnologici di cui abbiamo parlato fino a ora. Eppure, a giudicare dalle serie in bronzo prodotte negli ultimi anni, l’idea ha funzionato ed è stata recepita dagli appassionati come espressione particolare nel più ampio ambito della sperimentazione dei materiali da parte di Panerai per i propri orologi. E di certo …

Vuoi leggere la versione integrale dell’articolo? Abbonati a Orologi.it!

ACQUISTA ONLINE LA RIVISTA