Foto di Parmigiani Fleurier

Due nuove varianti in serie limitata a 50 esemplari per l’Ovale Pantographe della Manifattura di Fleurier: e il nobile metallo in questo caso impreziosisce non solo la cassa, in oro rosa o in oro bianco, ma anche il movimento.

Nel vasto panorama dell’orologeria contemporanea, l’Ovale Pantographe di Parmigiani Fleurier è un modello unico.

La sua originalità consiste nelle scenografiche lancette estensibili, altrimenti dette telescopiche – il richiamo è probabilmente a quel tipo di telescopio la cui lunghezza deve essere regolata al fine di mettere a fuoco l’oggetto da osservare -, che allungandosi e accorciandosi di volta in volta sono in grado di seguire perfettamente il perimetro del quadrante.

L’idea di base, dunque, è evitare che in un orologio di forma non rotonda la distanza tra la punta delle lancette e gli indici cambi man mano che le lancette procedono nel loro percorso.

Una questione probabilmente non centrale nelle annose problematiche legate all’orologeria ma che come vedremo viene posta già alcuni secoli fa, tra la fine del XVIII e l’inizio del XIX secolo, periodo di grande genio e creatività nel nostro settore: basti pensare a Breguet e al tourbillon il cui brevetto risale al 1801.

Tra gli antichi modelli da tasca conservati negli atelier Parmigiani Fleurier, infatti, anche un segnatempo ovale del 1780, realizzato in Inghilterra e probabilmente destinato al ricco mercato cinese dell’epoca, con perle e smalti blu sulla cassa, decori sontuosi sul movimento e un particolare dispositivo a camme sul quadrante che regola il movimento delle lancette che si allungano e si accorciano per seguire il contorno dell’orologio.

Vuoi continuare a leggere questo articolo? Acquista subito online la tua copia digitale della rivista!