Foto di Patek Philippe

Con l’Aquanaut Chronograph, lanciato a Baselworld 2018, la collezione sportiva di Patek Philippe si arricchisce di una complicazione particolarmente apprezzata dal pubblico e perfettamente in sintonia con il carattere moderno e dinamico della linea. Si tratta di un cronografo Flyback equipaggiato con il noto calibro automatico CH 28-520 C e disponibile unicamente con cassa in acciaio e cinturino in materiale composito. Su orologi.it novità anche per il pubblico femminile, che nella collezione 2018 trova un elegantissimo Aquanaut Luce Misty Blue, anch’esso realizzato in acciaio, con lunetta di diamanti, quadrante e cinturino di colore grigio-azzurro.

Appena un anno fa si celebrava il 20° anniversario dell’Aquanaut, l’orologio sportivo per eccellenza di Patek Philippe, che dal 1997 ha affiancato il Nautilus creando, di fatto, due proposte assolutamente complementari nel settore dell’orologeria sportiva di alta gamma della Maison ginevrina: da una parte l’eleganza esclusiva di un orologio dal design unico, espressione della forte spinta innovativa e della ridefinizione di orologio di lusso propria degli anni Settanta; dall’altra una proposta più giovanile, ottenuta attraverso una semplificazione dell’architettura della cassa e la sostituzione del complesso bracciale in acciaio del Nautilus con un cinturino in materiale composito, altrettanto resistente ma più semplice da realizzare.

Proposte complementari tra di loro e con il resto della collezione Patek Philippe, notoriamente focalizzata su modelli di alto prestigio tecnico, in massima parte realizzati in metalli preziosi. Un terreno d’incontro privilegiato tra questi due mondi è rappresentato infatti dalle complicazioni, da sempre una specialità di Patek Philippe e anche uno dei motivi di maggiore attrattiva per appassionati e collezionisti: sembrerebbe dimostrarlo con chiarezza la collezione lanciata a Baselworld 2018, che ha introdotto per la prima volta un modello con calendario perpetuo tra i Nautilus e un cronografo tra gli Aquanaut.

Vuoi continuare a leggere l’articolo PATEK PHILIPPE: I NUOVI AQUANAUT?Abbonati a Orologi.it!
ACQUISTA ONLINE LA TUA COPIA DIGITALE DELLA RIVISTA