Presentato il primo modello della collezione che lega “indissolubilmente” quattro orologi Porsche Design a quattro vetture Porsche, all’insegna degli anni ’50, ’60, ’70 e ’80 del secolo scorso.

di Cesare Ruotolo

Disponibile dal mese di giugno, il Porsche Design Chronograph 911 Targa 4S Heritage Design Edition è riservato esclusivamente ai futuri proprietari della potente 911 Targa 4S Heritage Design Edition firmata Porsche Exclusive Manufaktur: è infatti possibile ordinare il cronografo insieme alla vettura nei concessionari Porsche di tutto il mondo. Una vettura che può contare su un motore boxer biturbo a 6 cilindri della potenza di 331 kW (450 CV), su un cambio a doppia frizione a 8 rapporti e su una velocità massima di 304 chilometri orari, con accelerazione da 0 a 100 chilometri in 3,8 secondi. Per quanto riguarda poi l’estetica, come tutte le auto della mitica Casa di Stoccarda anche questa – evoluzione della 911 Targa 4S, serie 992 – ha ben presente il design della storica 911, un design immutato dal 1963, anno del suo lancio da parte del creatore Ferdinand Alexander Porsche. Il particolare stile vintage, però, in questo caso si arricchisce di espliciti riferimenti alle vetture degli anni ’50, con particolare attenzione al celebre modello 356. Con la 911 Targa 4S Heritage Design Edition si inaugura infatti la “Heritage Design Edition”, una serie di quattro macchine – abbinate ad altrettanti orologi Porsche Design – ispirate rispettiva- mente agli anni ’50, ’60, ’70 e ’80 del Novecento. Tra le caratteristiche vintage della vettura in oggetto – citate, almeno in parte, sul cronografo -, segnaliamo innanzitutto il rosso ciliegia metallizzato della carrozzeria sulla quale spiccano alcune scritte dorate e il logo Porsche risalente al 1963, mentre la cifra – personalizzabile a richiesta – riportata sulle fiancate rimanda al numero di partenza delle competizioni automobilistiche dei tempi passati. Per quanto riguarda invece gli interni bicolore, alla pelle club OLEA beige Atacama – come il deserto del Sudamerica – vengono abbinati inserti in pelle di colore bordeaux oppure nero, mentre i pannelli delle porte e la fascia centrale dei sedili sono in velluto a coste, sempre beige Atacama, secondo la moda degli anni ’50. Sul volante in pelle, il logo storico, mentre sul cruscotto, insieme alla moderna strumentazione di bordo con i di- splay ad alta risoluzione, spicca il grande contagiri analogico con lancetta bianca e anelli concentrici in “Phosphorus Green”, un vero e proprio tributo alla leggendaria 356. Infine, tra le varie indicazioni, una tar- ghetta dorata ci informa che quest’auto è in edizione limitata a 992 esemplari.
Stesso numero di esemplari, e non poteva essere altrimenti, per la serie limitata del Porsche Design Chronograph 911 Targa 4S Heritage Design Edition, un modello automatico che come abbiamo detto rievoca alcuni degli elementi estetici che caratterizzano la vettura appena presentata. A partire dal design incentrato sulle tonalità bianche e “Phosphorus Green” del quadrante a base nera, con ampio impiego di materiale luminescente e protetto da un cristallo zaffiro con “sette” trattamenti antiriflesso sia sulla parte interna che su quella esterna. Quadrante – con 30 minuti cronografici al 12, 12 ore cronografiche al 6, secondi continui a scorrimento al 9, datario al 4 – che ripropone la stessa grafica e gli stessi caratteri, oltre che gli stessi …

Vuoi leggere l’articolo nella versione integrale?Abbonati a Orologi.it!

ACQUISTA ONLINE LA RIVISTA