Il design ad alta quota del PRW-3500CAI attraverso gli occhi di chi guarda oltre l’infinito.

Milano, 27 settembre 2017

Pro Trek, brand di segnatempo dedicati alle attività outdoor, presenta il collaboration model PRW-3500CAI, primo orologio il cui cinturino è stato ideato da un fan attraverso la partecipazione al concorso “Design ad alta quota” promosso da Pro Trek in collaborazione con il CAI – Club Alpino Italiano.

Pensato per coinvolgere attivamente esperti e appassionati della montagna, il contest “Design ad alta quota” ha permesso agli utenti di dar spazio alla propria creatività proponendo personali interpretazioni del cinturino dell’orologio, per la release di un’esclusiva edizione speciale ispirata alle cime delle montagne.

6 finalisti selezionati da una giuria di esperti che ha premiato il design che meglio ha saputo rappresentare i valori condivisi dal CAI e da Pro Trek, quali l’attenzione per l’alpinismo come disciplina in ogni sua variante, la conoscenza e lo studio delle montagne, nonché la difesa del loro ambiente naturale.

Tra i numerosi partecipanti si è distinto Andrea Pasquinelli, amante delle vette, che sin da giovanissimo ha imparato a vivere la montagna con consapevolezza e rispetto.
E’ proprio il suo design che è stato scelto per realizzare la prima collaborazione del brand in Italia. Andrea ha dipinto il cinturino dell’orologio con i colori che delimitano i sentieri tracciati in bianco e rosso dai volontari CAI. Un vero e proprio “filo di Arianna” dell’escursionismo, mano invisibile che guida quotidianamente il percorso degli appassionati di montagna e “dove non ti portano le pennellate bianche e rosse del sentiero ti guida Pro Trek”…per citare alcune parole di Andrea.

Il PRW-3500-CAI vuole essere irrinunciabile compagno per gli avventurosi perché si adatta in modo ottimale alle esigenze di chi lo indossa, offrendo funzioni innovative: la ricarica solare per un’energia inesauribile, l’altimetro fino a 10.000 metri e l’indicatore di alba e tramonto. Il termometro garantisce una resistenza al freddo fino a – 10° e la bussola digitale, grazie al sensore di direzione incorporato, rileva il Nord magnetico.