Tra i lavori più visionari di Norman Tuck, prolifico inventore nordamericano di sculture cinetiche, sono presenti anche bizzarri segnatempo, la cui realizzazione ha richiesto conoscenze approfondite di meccanica, fisica oltre naturalmente ad una creativa immaginazione.

Le sue Art Machine sono state esposte nei principali musei scientifici degli Stati Uniti (come l’Exploratorium di San Francisco e la New York Hall of Science) e dell’Europa (come il Phaeno Museum di Wolfsburg e il Parque de las Ciencias di Granada).

Alcuni hanno addirittura osservato che la particolare produzione artistica ricorda l’inventiva delle opere meccaniche di Leonardo da Vinci. Di sicuro esse hanno la capacità di sorprendere, soprattutto per l’aspetto simpatico e giocoso.

Anche bizzarri segnatempo, tra i lavori più visionari di Norman Tuck, prolifico inventore nordamericano di sculture cinetiche

A suscitare l’interesse del pubblico, sono state soprattutto: the Conical Pendulum, the Mechanical Clock, the Three Tall Clocks, the Random Clockwork, the Confetti Fountain, the Your Turn Counts.

Tutte le Art Machine hanno dimensioni considerevoli e riciclano gli elementi più diversi (come rotelle di biciclette, bocce da bowling e perfino chip di computer), in incredibili nuovi meccanismi.

Parlando di come sono nati questi pezzi piacevoli e non convenzionali, Tuck dice di sé che gli sembra di tornare bambino, quando costruiva i castelli di sabbia oppure quando si trastullava con i suoi giocattoli nel cortile.

Vuoi continuare a leggere questo articolo? Acquista subito online la tua copia digitale della rivista!