Longines è particolarmente fiera di aver scoperto, grazie ad uno dei suoi fedeli collezionisti, un vero e proprio tesoro del suo passato, il Longines 183. Il numero di serie indica che questo orologio da tasca è stato realizzato nel 1867 ed è quindi l’orologio Longines più antico trovato fino ad ora. Il brand, che vanta una lunga e prestigiosa storia, considera di fondamentale importanza prendersi cura del proprio patrimonio storico ed esibirlo.

Per Longines è importante rendere omaggio al ricco passato, ancora oggi fonte di ispirazione, e lo dimostra con il suo museo, gli archivi storici, il know-how dei suoi orologiai o con l’arricchimento delle collezioni storiche. In questo spirito di tradizione
e conservazione della sua eredità, il marchio della clessidra alata si adopera con passione per trovare tracce dei suoi pezzi più antichi.

Il brand orologiero svizzero è quindi molto fiero di aver scoperto di recente, grazie alle ricerche di un suo collezionista, il più antico orologio Longines noto fino ad ora. Il proprietario, un collezionista americano di origini giapponesi, si è recato presso la sede del brand per far autenticare il pezzo. Grazie al suo basso numero di serie – 183 – e alle indicazioni riportate sui registri in archivio, gelosamente custoditi, gli storici e gli orologiai del marchio possono certificare che questo orologio da tasca è stato prodotto nel 1867, l’anno in cui è stata creata la fabbrica Longines in sostituzione del laboratorio originale fondato nel 1832.

Questo orologio da tasca in argento tipo "savonette" con movimento a carica meccanica è emblematico dei pezzi creati all’epoca da Longines. La clessidra alata, simbolo del brand sin dai suoi inizi, è incisa sul movimento e all’interno del coperchio,
ornato all’esterno dall’incisione di due stemmi vuoti e da un motivo floreale. Questo orologio, che ha stupito gli specialisti per le sue condizioni e il suo corretto funzionamento, rappresenta un’importante scoperta per il brand orologiero svizzero.