Per il quinto anno consecutivo, Hausmann & Co. e Patek Philippe hanno deciso di investire sui giovani talenti che si sono distinti in modo particolare nel corso dei propri studi.

In questa quinta edizione, si è deciso di sostenere l’Arte visiva e più precisamente i giovani allievi del CentroSperimentale di Cinematografia.

Il Centro Sperimentale di Cinematografia, istituito nel 1935 su iniziativa del regista Alessandro Blasetti, è la più antica e prestigiosa Istituzione italiana di insegnamento, ricerca, sperimentazione e produzione nel campo della cinematografia, intesa nel suo senso più ampio: film, documentario, fiction, animazione.

Fra le sue finalità, il Centro Sperimentale di Cinematografia pone lo sviluppo dell’arte e della tecnica cinematografica e audiovisiva a livello d’eccellenza, attraverso i due settori della Scuola Nazionale di Cinema e della Cineteca Nazionale.

La Scuola Nazionale di Cinema, la più antica del mondo insieme a quella di S. Pietroburgo, costituisce un incubatore culturale in cui confluiscono le diverse professionalità nel campo della cinematografia: attori e registi,ma anche produttori, fotografi, sceneggiatori, scenografi, montatori, musicisti e tecnici del suono, oltre ad esperti della cinematografia digitale, docenti, studiosi e studenti di tutto il mondo.

In circa 80 anni di attività si sono formate presso il Centro Sperimentale di Cinematografia intere generazioni di protagonisti del nostro cinema
Oggi sono oltre 300 gli allievi che frequentano annualmente i 15 corsi attivi presso le cinque Sedi della Scuola Nazionale di Cinema.

Altrettanto rilevante ed apprezzata è l’attività della Cineteca Nazionale, deputata per legge dello Stato da oltre 60 anni a conservare e valorizzare il patrimonio del cinema italiano. Sono conservati presso gli archivi di Roma e di Ivrea (dove ha sede l’Archivio Nazionale del Cinema d’impresa) oltre 150.000 film, circa sei milioni di fotografie, oltre 40.000 manifesti cinematografici: un archivio che spazia dal muto al sonoro, dal cinema a soggetto al documentario, comprendendo classici della produzione internazionale e film di genere, capolavori dei Maestri del cinema italiano.

Anche l’attività di diffusione e circolazione culturale della Cineteca è notevolmente accresciuta e consente a generazioni sempre nuove di spettatori di riscoprire periodicamente le opere di una delle più grandi cinematografie del mondo. A tale riguardo, è da segnalare la preziosa, qualificata ed apprezzata programmazione filmica del cinema Trevi di Roma, struttura che opera come sala della Cineteca Nazionale e il cui esercizio non comporta oneri finanziari a carico della Fondazione, essendo interamente finanziato da privati.

Ma il Centro Sperimentale di Cinematografia non è solo storia del passato, è anche realtà del presente. In questi ultimi anni, l’Istituzione ha assunto una connotazione realmente nazionale, con una significativa e diffusa presenza sul territorio.

Questa articolazione geografica, sostenuta da una spiccata e convinta visione ultranazionale della cultura cinematografica, ha consentito davvero al CSC di consolidare il proprio ruolo di centro di formazione d’eccellenza nel contesto europeo, aprendo i corsi ad allievi e docenti dell’intero continente.

Ecco perché il V Premio Hausmann & Co. – Patek Philippe – Dedicato a chi ha talento quest’anno si rivolge ai giovani allievi del CSC. La quinta edizione premierà con un assegno di studio del valore di € 6.000.00 chi, tra i giovani registi del corrente anno accademico (2016/2017), avrà realizzato il migliore corto da 60”/90” dal titolo “Il Tempo e il Cinema”.

La consegna delle opere alla giuria (composta da CSC, Hausmann & Co e Patek Philippe) è avvenuta lo scorso 19 maggio 2017. Ad aggiudicarsi il premio per il miglior corto, dal titolo Ephemeral, sono stati gli allievi iscritti al terzo anno del Corso di Pubblicità e Cinema di Impresa, (2015-2017) provenienti dalla sede milanese del Centro Sperimentale: Matteo Trincanato, Guido Pedroni, Bejna Hoxha e Alessandro Marin.

Saranno inoltre donati tre orologi Hausmann & Co. a: Nicoletta Dibisceglie, Gabriele Stella e Carlotta Graverini, giovani promesse del cinema italiano.
L’intera donazione di € 24.000,00 sarà trasformata in 16 borse di studio del valore di € 1.500,00 cadauna.

Il sostegno alla Fondazione con l’assegnazione del Premio, degli orologi e delle borse di studio sarà, come ogni anno, celebrato con una serata di gala finale (19 giugno 2017) presso la prestigiosa location del Chiostro di Michelangelo – Terme di Diocleziano – messa a disposizione alla Fondazione/CSC dal Ministero dei beni edelle attività culturali e del turismo.