Due nuovi modelli arricchiscono la collezione Overseas di Vacheron Constantin, confermando le sue caratteristiche di eleganza e funzionalità: il Calendario Perpetuo Ultrapiatto e il Dual Time, con indicazione dell’ora su due diversi fusi orari.

Una collezione che incarna la grande tradizione di Vacheron Constantin,
coniugandola con uno stile contemporaneo e con le esigenze di una vita attiva e dinamica: si presenta così la linea Overseas, il cui ruolo all’interno della grande famiglia di orologi firmati Vacheron Constantin cresce di stagione in stagione, accogliendo nuovi modelli e altrettante funzioni, nell’ottica di rispondere a un pubblico esigente sia in termini di tecnica orologiera propriamente detta sia dal punto di vista dello stile che, pur collocandosi in un ambito “sportivo”, non rinuncia alla vocazione classica ed elegante di tutti i segnatempo della Maison.
I due nuovi modelli – un Calendario Perpetuo ultrapiatto e un Dual Time – vanno dunque ad aggiungersi alle già numerose proposte della collezione, che annovera automatici con tre sfere e data, cronografi e un modello a ore universali.
Essi arricchiscono l’offerta dal punto di vista delle funzioni, ponendosi in linea di continuità con il carattere sportivo ed elegante dei modelli precedenti, tutti realizzati nell’ottica del massimo comfort di utilizzo. Vanno incontro a quest’ultima esigenza, per esempio, la scelta di un calibro ultrapiatto per il Calendario Perpetuo, che mantiene assolutamente contenute le dimensioni della cassa, lo spessore è di 8,1 millimetri, o anche l’intercambiabilità dei cinturini, che permette di mutare il volto all’orologio con estrema semplicità.
Esteriormente, i nuovi orologi non tradiscono, dunque, le caratteristiche che ne hanno decretato fino a ora il successo, definendone con chiarezza l’identità. Ciò vale in particolare per la forma della cassa, la cui rotondità si prolunga verso gli attacchi del cinturino per assumere un design tonneau, e ancora di più per la lunetta, che richiama l’iconica croce di Malta di Vacheron Constantin assumendo il carattere di un elemento di forte richiamo simbolico. Deriva direttamente dalla forma delle anse un attacco “pieno” e senza soluzione di continuità tra cassa e cinturino, o bracciale, che rappresenta anche uno degli elementi che rendono particolarmente confortevole indossare l’orologio. I modelli in collezione presentano quadranti laccati traslucidi con finitura soleil, réhaut con finitura a effetto vellutato, indici e lancette in oro trattati con materiale luminescente bianco. Tutti sono inoltre dotati di doppio vetro zaffiro; quello montato sul fondello permette di ammirare i movimenti automatici di manifattura, accomunati dalla massa oscillante Overseas in oro 22 carati decorata con la rosa dei venti.
In dettaglio, il nuovo Overseas Calendario Perpetuo si distingue per le dimensioni della cassa: in particolare per lo spessore della stessa, che, come abbiamo detto, misura appena 8,1 millimetri; realizzata in oro rosa, ha un diametro di 41,5 millimetri, è dotata di corona a vite e garantita impermeabile fino a 5 atmosfere di pressione. A fare dell’orologio uno dei più sottili al mondo nel suo genere è il calibro 1120 QP/1: un movimento meccanico a carica automatica, sviluppato e prodotto da Vacheron Constantin, con 276 componenti, tra i quali 36 rubini, 19.800 alternanze/ora, 40 ore di riserva di carica, massa oscillante Overseas in oro 22 carati; particolarmente apprezzato dagli intenditori, tale movimento rappresenta un autentico capolavoro di miniaturizzazione, con il suo diametro di 29,6 millimetri – 12 linee e 1⁄2 – e lo spessore di 4,05 millimetri; fornisce naturalmente tutte le indicazioni del calendario – data, giorno della settimana, mese, anno bisestile – senza bisogno di alcuna regolazione fino al 2100, e inoltre indica le fasi della luna. Tutte queste indicazioni sono riportate sul quadrante laccato traslucido argentato di ottima leggibilità e di estrema eleganza; spiccano, in particolare, i raffinati indici in oro con trattamento luminescente e i delicati dettagli blu sul binario dei minuti, nel settore dedicato all’anno bisestile all’interno del quadrantino a ore 12 e infine nel cielo punteggiato di stelle sul quale si muove la luna. La stessa tonalità blu è stata scelta per il cinturino in alligatore Mississippiensis cucito a mano e per il cinturino in caucciù, che possono essere facilmente alternati grazie al citato sistema di intercambiabilità. La fibbia è in oro rosa, di tipo déployante. Con l’Overseas Dual Time entriamo con decisione nel campo degli orologi pensati per i viaggiatori; una finalità che Vacheron Constantin affronta con la chiarezza, l’eleganza e il senso pratico che caratterizzano l’intera collezione. Sul quadrante, infatti, l’ora locale e l’ora del secondo fuso orario sono indicate mediante lancette centrali coassiali; la lancetta del fuso orario di riferimento è chiaramente riconoscibile grazie alla sua punta a forma di freccia, che a sua volta rimanda all’analoga lancetta nell’indicatore giorno/notte, posizionato a ore 9, e che dunque è impostato sull’ora di riferimento; l’indicazione della data, invece, è sincronizzata con l’ora locale. A governare questo semplice ed efficace sistema di indicazione “dual time” è il calibro di manifattura 5100 DT, movimento meccanico a carica automatica con 234 componenti, 28.800 alternanze orarie, doppio bariletto e una riserva di carica di 60 ore; anche in questo caso la massa oscillante è in oro 22 carati, con rappresentazione della rosa dei venti. L’orologio è disponibile nelle versioni in oro rosa e in acciaio, con cassa di 41 millimetri di diametro e 12,8 millimetri di spessore; la corona è a vite, il pulsante avvitato di 1⁄4 di giro e l’impermeabilità garantita fino a 15 atmosfere di pressione, circa 150 metri. Nella versione in oro il quadrante è argentato, con la consueta finitura laccata traslucida, decorazione soleil, indici e lancette in oro rosa; nella versione acciaio, invece, si può scegliere tra un quadrante blu o argentato, in entrambi i casi con indici e lancette in oro bianco trattati con materiale luminescente. Differenze tra le due versioni di cassa sono da registrare anche per la dotazione riguardante cinturini e/o bracciale: l’Overseas Dual Time in oro viene presentato con cinturino marrone, nella doppia variante in pelle di alligatore o in caucciù; l’Overseas in acciaio, invece, oltre che con cinturini in pelle o in caucciù, disponibili nei colori blu o nero, viene proposto con uno sportivo bracciale in acciaio, facilmente riconoscibile per le maglie a forma di mezza croce di Malta. Perfettamente inseriti nella tradizione di Vacheron Constantin, i nuovi Overseas sono certificati dal Punzone di Ginevra.
 
Vuoi leggere tutti gli articoli? Abbonati a Orologi.it!
 
ACQUISTA ONLINE LA RIVISTA